lunedì 28 giugno 2010

Progresso

Quanto è migliorata la mia vita oggi, rispetto a cent'anni fa (e anche molto meno)?

Per pulire non devo più usare la faticosa e poco efficace scopa...Ma la comodissima aspirapolvere...


Lavare non è più un problema e ancora mi chiedo come possa farlo così bene la mia adorata lavatrice...

Per non parlare dei mezzi di trasporto...


Oppure della tecnologia industriale...



E in campo medico?

Posso ferirmi e tornare come nuovo, rompermi una gamba e ritornare a correre meglio di prima...

Pensare che posso addiritura decidere come voglio il mio seno e cambiare persino il mio viso...

Quanti progressi!

Ci sono solo due cose per le quali il progresso procede molto a rilento, facendo continui scivoloni...

Potete immaginare di cosa sto parlando?

Energia pulita e rinnovabile. Perché non siamo ancora riusciti a viaggiare, produrre, smaltire in modo pulito e non dannoso per l'ambiente?
Tumori. Perché, rispetto alle altre malattie, si muore ancora così tanto e il miglioramento è così drammaticamente lento?

E dire che per questi due "settori" si spendono per ricerca e sviluppo quantità enormi di denaro...La maggior spesa di ricerca finisce qui....

4 commenti:

  1. Energia pulita e rinnovabile. Questo è il campo in cui siamo più colpevoli, secondo me. Perchè ci siamo riusciti, ma le scoperte in questo senso restano ai margini. Manca la coscienza ambientale e il progresso si è accompagnato troppo spesso alla logica dell'usa e getta...
    Tumori: perchè il progresso ha un prezzo quando smette di essere al servizio dell'uomo per essere al servizio esclusivo del mercato...

    RispondiElimina
  2. Vorrei segnalare anche mancanza di progresso nella scuola. Un noto racconto dice che un uomo dell'ottocento catapultato oggi non riconoscerebbe quasi niente, tranne la scuola, con i suoi "bei" banchi e le sue "belle" lavagne di ardesia...

    RispondiElimina
  3. Io non sarei così negativa sul discorso tumori..... il problema delle cellule tumorali, è che a differenza di qualsiasi altra cellula, sono cellule che non comunicano, che creano delle spesse barriere e si barricano dentro. E' una cellula impazzita, che può moltiplicarsi con enorme facilità a differenza delle altre. Avendo questa grossa barriera difficilmente può esser raggiunta da farmaci. La mancanza di una soluzione al tumore, non è dovuta a mancanza di volontà da parte di nessuno a trovare una soluzione, ma alle difficoltà vere e proprie di interagire con queste cellule.
    Le aziende farmaceutiche sarebbero le prime a trovare grandi fonti di guadagno se scoprissero la molecola magica. Ma probabilmente una molecola magica, non c'è.... ma ogni tumore ha un suo trattamento che può essere più o meno efficace.
    Ad ogni modo si sono fatti notevoli passi avanti, anche in questo campo. Il mio ragazzo a 16 anni ha avuto un tumore, ora ne sono passati altri e tanti, ed è una persona normalissima che vive una vita normalissima

    RispondiElimina
  4. @Piccolalory ho appena ricevuto una presentazione via mail che mi ha lasciato ancora una volta sconvolta sul discorso energia pulita...Notizie certamente da verificare ma...che tristezza!

    @Palmy, ci credi che nella scuola primaria del mio paese partono con le lavagne interattive????Incredibile! Alle medie ci sono quasi in ogni classe!

    @Bussola sei proprio convinta che le case farmaceutiche ci guadagnerebbero a trovare la cura definitiva?

    RispondiElimina

Iscriviti per ricevere la risposta.