domenica 23 marzo 2014

Ultime ore a Londra

L'ultima mattina mi ha regalo il tipico cielo grigio londinese

Non ho voluto sprecare le ultime ore a Londra. Ho scelto di provare il giro in battello sul Tamigi con una compagnia non prettamente turistica ma che fa servizio per i lavoratori e quindi parte la mattina presto. Si chiama Thames Clippers e mi ha permesso di partire alle 7,30 per una bellissima crociera che mi ha portato fino a Greenwich, alla scoperta della encomiabile opera di ristrutturazione degli antichi docks sul fiume in case affascinanti.



Ebbene sì sono riuscita a vedere anche il pittoresco quartiere di Greenwich, sempre la mattina presto quando non ci sono turisti e si vedono i ragazzi che vanno a scuola con le loro divise, le persone che iniziano la giornata correndo nel parco e i lavoratori che si mettono in marcia, moltissimi in bicicletta attraversano l'inquietante (ma comodo) tunnel sotto il Tamigi per raggiungere il nuovo quartiere finanziario di Canary Wharf.




La bellezza di Londra secondo me è proprio quella di essere continuamente diversa, di essere tranquilla e caotica, solitaria e affollata, verde e grigia, classica e moderna, di essere mille città in una, di regalare dei parchi stupendi per ricaricarsi e dimenticarsi un po' di vivere in una grande città.

Ultimo saluto a Covent Garden
 L'aereo partiva alle 13,40 e mi hanno consigliato di lasciare Londra non più tardi delle 10,30 perché spesso all'aeroporto di Stansted c'è coda ai controlli, che invece io non ho trovato, mi è quindi avanzato tempo per mangiare nella gustosa catena di Pret a manger e spendere le ultime sterline in regalini per i miei cari.

Arrivederci alla Torre di Londra


1° giorno a Londra
2° giorno a Londra
3° giorno a Londra
Ultime ore a Londra
Informazioni Pratiche

1 commento:

Iscriviti per ricevere la risposta.