mercoledì 31 agosto 2016

Verona magica


Avevo già visitato Verona in passato ma in modo superficiale,  finalmente questa primavera ho passato tre giorni in questa città che mi è sembrata così perfetta. Per comprendere una città bisogna viverci ma Verona, la cosiddetta città dell'amore, si lascia proprio amare!
Quando il cielo è azzurro, e i motivi che ti portano in una città sono speciali, tutto sembra più accattivante, ma una visita a Verona vale sempre e comunque.
Verona è molto comoda e abbastanza piccola per essere girata a piedi, ci sono luoghi in cui riposarsi e tantissimi scorci. Il fascino della città è dovuto anche alla presenza del fiume Adige e dei suoi ponti.
Ad aggiungere bellezza sono le colline circostanti.
Se avete poco tempo a disposizione ma tanta voglia di camminare, in tre orette potrete visitare tutto il centro, io vi consiglio una giornata intera per assaporarla meglio.


Un'esperienza indimenticabile è quella di assistere ad un concerto all'Arena di Verona. Peccato aver aspettato così tanto tempo... Io ci sono andata per Marco Mengoni ed è stato il concerto (i concerti, onestamente...) più emozionante a cui abbia assistito. L'audio è ottimo e il pubblico sistemato sui gradini dell'arena aggiunge valore allo spettacolo. Mi piacerebbe tornarci anche per un'opera lirica, non ne ho mai vista una! 

Siete pronti per una passeggiata fotografica per le vie di Verona?
Partiamo dal quartiere San Zeno con la Basilica di San Zeno Maggiore, costruita su un'ampia piazza.


Vale la pena entrare perché è una costruzione romanica e per il chiostro.



Passeggiando per i vicoli e costeggiando il fiume si arriva al Ponte Scaligero e a Castelvecchio, il castello che ospita un museo.



Basta proseguire sull'ampia strada di fronte al castello per arrivare in Piazza Bra, già bellissima di suo.


Anche se la protagonista è l'Arena.


Dalla piazza, davanti all'ingresso principale dell'arena, prendete Via Mazzini, affollata di amanti dello shopping, alzate gli occhi dalle vetrine perché è una via carina, tutta pedonale.
Arrivati in fondo a via Mazzini vi troverete sulla destra, a pochi metri l'entrata della casa di Giulietta, vale la pena dare un'occhiata nel cortile e osservare i turisti stranieri amanti del dramma di Romeo e Giulietta incantarsi di fronte al balcone.
Se invece girate a sinistra c'è una piazza splendida, Piazza delle Erbe.



Verso metà piazza attraversate un arco e vi trovate in Piazza dei Signori, vi consiglio di proseguire lentamente su questa strada e costeggiando le case sul fiume (in molti tratti non è possibile costeggiare il fiume in questa parte della città).



Arriverete così in un parchetto da dove è possibile ammira il Ponte Pietra e la collina che sovrasta Verona.



Passeggiate nel vicolo pittoresco, attraversate il bellissimo ponte, senza fretta, guardatevi in giro, un bel respiro e poi su per le scalinate che arrivano a Piazzale Castel San Pietro (il teatro Romano era in ristrutturazione, ora è riaperto e potrete visitarlo facendo queste scalinate).



Avete tutto il tempo per riposarvi all'ombra, per scattare fotografie e ammirare la città dall'alto.


Una volta scesi vi consiglio di proseguire dal lato destro del fiume in modo di vedere il panorama del duomo, della collina, della città.




Rientrate poi in centro storico dal primo ponte che incontrate, Ponte Garibaldi,  e tornate indietro perché dovete vedere la Cattedrale di Santa Maria Immacolata e il Duomo di Santa Maria Assunta.
Per ritornare indietro prendere via Duomo, arrivate in Piazza Santa Anastasia e prendete la via pedonale Corso Porta Borsari, una volta su Corso Cavour vale la pena entrare nella Chiesa di San Lorenzo, veramente molto suggestiva, così piccola e romanica. Continuate sempre dritto e in un attimo siete di nuovo a Castelvecchio.




Dove ho dormito:

Ero sola e ho preso una stanza singola nel b&b Da Virginia. È una sistemazione economica ma comoda. Nel quartiere San Zeno, in dieci minuti si raggiunge il centro con una bella passeggiata lungo fiume con vista del ponte Scaligero e del Castello Castelvecchio. Le stanze sono semplici ma pulite, il bagno è in comune alla due stanze ma ben tenuto e fornitissimo, la colazione è buona, all'italiana. La proprietaria molto cortese e ospitale. Una notte in singola 50 €.
Verona non è low cost soprattutto quando ci sono concerti all'Arena di Verona.

Parcheggiare o arrivarci in treno:

Come in tutte le città il parcheggio può essere un problema costoso ma la domenica i parcheggi lungo la strada sono liberi e se ci arrivate la mattina potete facilmente trovare dei posti liberi. Altrimenti ci sono tantissimi parcheggi a pagamento vicino al centro.
Se invece decidete di arrivare in treno la stazione è alle porte della città, non sarà difficile arrivare in Piazza Bra, davanti all'Arena, in venti minuti.

Nessun commento:

Posta un commento

Iscriviti per ricevere la risposta.