domenica 9 marzo 2014

Londra: informazioni pratiche


Siccome mi sono impegnata moltissimo nell'organizzazione della visita a Londra ho deciso di raccontare dettagliatamente questo viaggio, in modo che possa essere utile a tutti coloro in cerca  itinerari e consigli per una breve visita alla città di Londra.
La mia permanenza a Londra è durata esattamente 72 ore, quindi chi volesse visitare intensamente Londra in sole 72 ore può seguire i miei suggerimenti.

Prima di partire vi invito a pensare all'acquisto della carta dei trasporti che permette di viaggiare liberamente su tutta la linea della metropolitana, dei bus e dei treni, risparmiando sul costo del biglietto (che a Londra è piuttosto esoso). Potete acquistare la Oyster Visitor Card ricaricandola di £30 a cui aggiungerete il necessario (se necessario) direttamente in loco, facendovela spedire oppure  direttamente a Londra, risparmiando £3,75di spese di spedizione.

Se siete interessati alla visita di alcuni musei ed attrazioni, oltre ai già numerosi gratuiti, vi consiglio di acquistare il London Pass per due giorni. Il costo per due giorni è di £68 a cui vanno aggiunti £6,95 per la spedizione, altrimenti si può acquistare solo ed esclusivamente presso:
The London Pass Redemption Desk
11a Charing Cross Road
London, WC2H 0EP

Io ho optato per la spedizione a casa, avendo programmato il viaggio con largo anticipo, la spedizione per entrambe le card è garantita in 15 giorni lavorativi ma a me sono arrivate in una settimana precisa, meglio comunque non fidarsi della puntualità delle poste!
Per "ammortizzare" il London Pass di due giorni è sufficiente approfittare di cinque o sei attrazioni. 
Nel mio caso ho usufruito anche di uno sconto del 10% sull'acquisto del London Pass, linkandolo da VisitLondon.com. Se avessi acquistato tutti gli ingressi singolarmente avrei speso £150, quindi ho risparmiato oltre il 50%.

Se siete anche interessati all'acquisto di alcune delle più richieste attrazioni londinesi è ancora una volta consigliato l'acquisto da casa, non solo per risparmiare qualche sterlina ma anche per evitare le code alle biglietterie e limitare le code all'entrata.
Per esempio io ero interessata all'acquisto del London Eye (un giro di trenta minuti sulla ruota panoramica che domina Londra) e del Museo delle Cere di Madame Tussauds. L'acquisto combinato costa £39.96 in totale con un risparmio di £10.

Avrei voluto fare altre spese come un bel musical in uno dei tantissimi teatri di Londra, oppure un qualche spettacolo nella Royal Albert Hall ma non ci poteva proprio stare tutto, sia per il tempo sia per il budget che non poteva aumentare a dismisura...

Un altro acquisto necessario che ho preferito fare direttamente dall'Italia è il biglietto per il trasferimento dall'aeroporto alla città di Londra. Ho scelto di utilizzare il treno per evitare i rischi del traffico. Il biglietto a/r dall'aeroporto di Stansted con Stansted Express ha un costo di £22 con la promessa di raggiungere Tottenham Hale in 36 minuti e Liverpool Street in 47 minuti.
Entrambe le stazioni permettono di raggiungere tutta la città con la metropolitana.

Finalmente terminano le questioni pratico/economiche e possiamo dedicarci agli itinerari che qui indico brevemente per approfondirli nei prossimi post.

1° giorno:
Passeggiata Westminster Bridge (quindi Parliament e Big Ben), Whitehall, Trafalgar Square,  National Gallery, Piccadilly Circus, Regent Street, Carnaby Street, Oxford Street, Regent's Park, Madame Tussauds, giro serale in bus.

2° giorno:
Strand, Fleet, St Paul Cathedral, Millennium Bridge, Tower of London, Tower Bridge, Old Operating Theatre Museum, Cattedrale Southwark, Borough Market, Shakespeare's Globe Theatre, Tate Modern, Museum of London, The London Transport Museum, London Eye con passeggiata serale per vedere Parliament Hall e Big Ben illuminati, giro serale in battello.

3° giorno:
Passeggiata a Buckingham Palace, St James's Park, Westminster, visita Westminster Abbey, passeggiata a Belgravia, visita Kensington Palace, Notting Hill, Hyde Park, Royal Albert Hall, Natural History Museum, Victoria and Albert Museum, Harrods, Camden Town, serata a The Courtauld Gallery

Il 4° giorno, fino alle 10, giro in battello sul Tamigi, Greenwich.


Per pranzi e cene ho voluto conoscere alcune catene di ristorazione presenti a Londra e in pochi altri posti come Busaba Eathai (cucina thailandese), Masala Zone (cucina indiana) Yo Sushi e Wagamama (giapponese) oltre al ristorante vietnamita Com Viet e al pranzo nel colorato e invitante mercato Borough Market. Una catena per colazioni, pranzi e cene veloci e spunti con una filosofia molto interessante è Pret à manger, onnipresente in tutta la città.

Cosa non sono riuscita a visitare:
Il rammarico maggiore è stato non riuscire ad andare al Charles Dickens Museum ma l'ultima entrata è alle 16,00 e non ce l'ho proprio fatta...Non sono riuscita quindi ad andare al Foundling Museum, che si trova vicinissimo al Charles Dickens Museum. Mi sarebbe piaciuto anche il Florence Nightingale Museum e il Tate Britain.

Cosa ho scelto di non visitare:
Ho pensato che visiterò il British Museum quando tornerò a Londra con le mie figlie e mio marito.
Mi sarebbe piaciuto provare il rito del Afternoon Tea ma ho deciso di rimandare anche questo a quando sarò in compagnia, così come ascoltare musica nella chiesa di St. Martin in the Fields.
Infine The Shard, insomma deve essere meraviglioso...sarà per la prossima volta!




5 commenti:

  1. Beh... sei comunque riuscita a fare un sacco di cose!
    E bentornata....!

    RispondiElimina
  2. bentornata!Beh ma sei stata bravissima!
    E mi hai fatto venire un gran voglia di tornare a Londra...
    roberta

    RispondiElimina
  3. Bellissime giornate comunque!

    RispondiElimina
  4. Ho regalato a mia sorella le tue pagine sulla tua avventura londinese,
    fra un mese anche lei sarà in questa magnifica città e le sarai di grande aiuto grazie mille Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa molto piacere! Sono un po' in ritardo con la risposta....

      Elimina

Iscriviti per ricevere la risposta.