sabato 2 gennaio 2010

Julie and Julia


Questo film, Julie and Julia, mi ha molto ispirato; sto cercando di leggere anche il libro ma ne ho iniziati troppi e non so più a quale rinunciare e quale continuare.
Mi piace molto la storia di queste donne che hanno trovato una passione che ha dato gioia alle loro vite. Mi rendo conto che spesso voglio fare tante cose e poi non mi resta niente, soprattutto non provo gioia nel farle.
Julie e Julia hanno praticamente annullato il resto della loro vita per il loro progetto, hanno fatto dei sacrifici e messo un grande impegno per dedicarsi alla loro passione e, alla fine, hanno realizzato un sogno.
Soprattutto Julie, che è partita scrivendo un blog ed è diventata scrittrice.
Guardo questo film e vorrei essere lei, vorrei riuscire a trasmettere qualcosa a chi mi legge, vorrei essere una piccola parte della vita degli altri.
Non mi sono mai veramente fermata a pensare perché scrivere sia così importante per me.
Ma quando vedo le parole che scorrono sullo schermo e le dita che si muovono velocissime sulla tastiera...mi sento bene.
Prima prendevo carta e penna, le portavo sempre con me, molte volte nei momenti bui mi bastava scrivere quello che sentivo per stare subito meglio.
Scrivere un blog è come scrivere un diario e nel frattempo è anche la possibilità di essere scrittrice senza esserlo, di illuderti di fare qualcosa che ti piace solo per il piacere di farlo. E forse è proprio così, e forse basta proprio questo.
Forse non serve guardare di quanti blog è composta la rete e demoralizzarsi perché si è solo una piccola parte di...Forse è sufficiente avere la possibilità di vivere questa illusione, di farlo con gioia, di aspettare quel momento in cui le dita si poseranno sulla tastiera e avrà inizio il tuo sogno.

Julie una segretaria un po' insoddisfatta di un lavoro in cui non può esprimere veramente se stessa e il proprio potenziale, decide di mettersi alla prova, cucinando tutte le 524 ricette contenute nel libro di Julia Child, entro 365 giorni.
Julia Child è una donna americana nata del 1912 che nel 1949 si è trasferita a Parigi e ha scritto un libro di cucina francese per gli americani che non erano proprio dei grandi chef.

Ecco il trailer:



Una frase dal film:

"Julia era convinta che tutti i francesi fossero simpaticissimi...In realtà tutti sanno che non è così. Ma lei aveva la capacità di tirare il fuori il meglio da tutte le persone che incontrava, per cui questa era la sua esperienza!"


2 commenti:

  1. atmosfere uniche e davvero il modo più semplice per capire che noi donne quando ci mettiamo in testa qualcosa niente e nessuno ci può fermare buona serata!!!

    RispondiElimina
  2. Ciao, ho visto due giorni fa il film ed e' piaciuto tanto anche a me ;) io gestisco con il mio fidanzato un blog di cucina da tempo e ci da soddisfazioni a nn finire! Ma spesso cm te mi chiedo se davvero mai ness capira' che cosa si cela dietro la ricetta, dietro a quelle righe ..

    Ti mando un bacio !

    RispondiElimina

Iscriviti per ricevere la risposta.