venerdì 29 gennaio 2010

RIFLESSIONE

La frase della settimana diceva "Ama e rispetta te stesso".

Credo di averci riflettuto molto poco. Però è una frase che mi piace.
Mi ricorda il fatto che quando sentivo in chiesa la frase "ama il prossimo tuo come te stesso" la interpretavo, o mi è stato insegnato ad interpretarla con un "dovresti essere meno egoista e amare il prossimo come ami te stesso, non solo te stesso"...

Invece in quest'ultimo anno sono riuscita a capire che significa che prima di tutto devi amare profondamente te stesso se vuoi veramente amare gli altri. Non puoi amare gli altri se prima non ami te stesso.

Ci arriverò.

Questa settimana che doveva essere povera di idee e di iniziative si è rivelata la migliore settimana.
Abbiamo anche iniziato un libro con una favoletta da regalare al cuginetto.

La lettura della Piccola Casa nella Prateria, continua molto a rilento. Dopo che nel primo capitolo c'è stata la descrizione dettagliata del fatto che del maiale non si butta via nulla, le mie figlie sono piuttosto incerte sul seguito, devo obbligarle con la forza!

2 commenti:

  1. Concordo in pieno! Se non impariamo ad amare noi stessi, non possiamo veramente amare anche gli altri e nemmeno essere amati..
    apprezzare la propria vita è come apprezzare quella degli altri, non c'è differenza tra noi e gli altri, la vita nella sua essenza più profonda è la stessa! allo stesso modo, se disprezziamo gli altri è come se disprezzassimo noi stessi, sempre per la stessa ragione :)
    Credo che tu abbia percepito qualcosa di molto importante che cambia la visione da cui si vede tutto.

    RispondiElimina
  2. La tua frase "non c'è differenza tra noi e gli altri"...mi colpisce dove deve.

    Però è difficile dopo anni di condizionamenti in altro senso, è molto difficile...

    RispondiElimina

Iscriviti per ricevere la risposta.