giovedì 18 febbraio 2010

Riposo

Mi ero buttata a capofitto in questo blog, e anche negli altri, avevo mille idee e tanta voglia di scrivere.
Mi sono anche immersa nei blog altrui dedicando tantissimo tempo alla lettura e anche a commentare.
Poi qualcosa si è inceppato, è da qualche giorno che non riesco a stare al computer, fatico a scrivere e anche a leggere.
Probabilmente il mio corpo si sta ribellando a questa dipendenza oppure sono semplicemente stanca perché c'è anche una vita vera da vivere ed ogni tanto prende il sopravvento...
Vorrei dormire per tre giorni e svegliarmi riposata e con tanta voglia di fare.
Mi piacerebbe poter spegnere anche il cervello per qualche giorno, come si fa con un computer, ma quello resta sempre acceso e consuma veramente troppa energia.

8 commenti:

  1. Io invece in questo periodo vorrei andare a dormire e svegliarmi tra 5 anni, non solo per 3 giorni!
    Sarà la primavera che non vuole arrivare.
    Pace e benedizione
    Julo d.

    RispondiElimina
  2. cara Alchemilla,
    è fisiologico avere un rapporto d'amore e poi odio con il proprio blog. io sono una che non ha più scritto per più di 1 anno!! l'importante è trovare un equilibrio tra la vita reale e virtuale, in modo tale che ambedue nutrano l'un l'altra, che tutte e due ti arricchiscano e non che ti sfibrino...
    un saluto e spero di leggerti presto di nuovo!
    Smile :-D

    RispondiElimina
  3. Grazie Smile ho trovato un modo per tirarmi sù e ne sto facendo un post...

    RispondiElimina
  4. Ho passato un periodo in cui ogni minuto in casa era davanti al pc, anche molte ore sottratte al sonno, alla lettura, al controllo delle pietanze sul fuoco. Era un momento di grande sofferenza, all'esterno, e probabilmente trovavo qui un ambiente incontaminato, dove nessuno sapeva niente dei miei problemi e dove il telefono, quando non staccato, non squillava costantemente per avere notizie. Adesso che l'emergenza è passata, lo è anche questa mia web dipendenza, ho ripreso un libro in mano, non ho più bruciato niente, insomma.... "smetto quando voglio"!
    Ho cercato Il Gabbiano, è molto bello e molto simile, se non identico, alla tua casa, vi si respira la tua anima. Continuo a non capire la tua scelta di frammentarti, senz'altro faticosa e forse persino dispersiva. Io stessa seguo solo "la casa". Non credi che pensieri, libri, dieta, scritti, famiglia e compiti potrebbero tranquillamente coesistere? Lo so che il mio blog non è da prendere ad esempio, ma da me, fuorchè ricette! (per ora...) trovi veramente tutto quello che passa per la mia testolina alienata e per le mie manucce deformi... APPUNTO! dirai tu, cara Milla, ed aprirai un altro paio di blogs !!!... ;D

    RispondiElimina
  5. No hai proprio ragione.
    Mi sto dissociando con tutti questi blog infatti vedi che da cinque sono già diventati tre e sto meditando di farne due...
    L'altro è a parte, ha avuto la sua vita ma adesso è in stand by...

    Diciamo che mi ero montata un po' la testa...

    RispondiElimina
  6. Ma sai che anch'io sto passando la stessa cosa... ieri avvevo letteralmente la nausea... e quando il corpo ci parla è meglio ascoltare e... vivere! Poi il blog non scappa e quando si ha davvero il desiderio di scrivere e condividere lo si fà, in libertà...
    un abbraccio
    StefiB

    RispondiElimina
  7. Io penso che questo angolo virtuale che ci si ritaglia debba essere come una boccata d'aria, da prendere con leggerezza e non un impegno costrittivo. La vita è quella che sta fuori; qua riportiamo un pezzetto delle nostre esperienze, per condividere, mettere a disposizione di altri i nostri pensieri, confrontarci, "incontrarci". Prima di tutto è importante che sia tu a trarre un beneficio e soprattutto soddisfazione e gioia da questa "casa" ... rispettando i tempi e i segnali che ti manda la tua mente e il tuo corpo ...
    Un abbraccio

    RispondiElimina

Iscriviti per ricevere la risposta.