mercoledì 31 marzo 2010

Ma perché vincono sempre tutti ?

Ogni volta che votiamo e siamo a chiederci se vale la pena di farlo o no e diventiamo matti per decidere dove mettere quella crocetta che sembra tanto importante ma forse non lo è...
Ogni volta che restiamo alzati fino a tardi o ci svegliamo presto per sapere i risultati...
Ogni volta facciamo le nostre analisi, ne parliamo con i nostri simili, riflettiamo, ci facciamo domande e cerchiamo risposte...
Loro no, quelli che noi abbiamo votato e quelli che noi non abbiamo votato, loro hanno sempre e comunque vinto. Tutti. Contemporaneamente.
Mah!
Ogni volta mi stupisco di quanto sia possibile che a decidere di una parte della mia vita sia questa gente qui.

Ma vi rendete conto che c'è il temporale a Marzo? L'anno scorso nevicava...
Sì, meglio parlare del tempo. Almeno quello ogni tanto cambia!

Ma devo aggiungere una cosa: se la Lega stravince al Nord non è che bisogna fare qualcosa? Non è un voto che fa riflettere, che un poco spaventa? Se in Francia con la destra al governo aumenta la sinistra e qui no, non è che bisogna andare a casa con la coda fra le gambe e fare silenzio per un po' e inventare qualcosa di nuovo?
Perché la gente non è contenta, l'avete capito o no?
Non avete vinto, lo volete capire ? Avete perso tutti perché siamo stanchi di avere la nausea mentre mettiamo la crocetta sapendo che anche se ci confondiamo non cambia niente!!!

8 commenti:

  1. Come ti capisco....
    personalmente mi canticchio sempre la canzone di Gabrer ..ma dov'è la destra... dov'è la sinistra...
    in realtà penso che nessuna di queste ideologie nella storia abbia avuto un buon riscontro e il problema è che continuano a propinarcele come valide.
    Una ideologia deve essere a servizio dell'essere ummano qui invece è l'essere umano che è a servizio dell'ideologia (mi correggo è anche a servizio di UN essere umano, ultimamente, sì.. di uno solo...).
    A mio parere si dovrebbe burttare via tutto e ripartire mettendo al centro l'essere umano come bussola.
    un nuovo umanesimo.. peccato che sembri così lontano.

    Tempo: Ieri ho preso tanta grandine (pure il tempo si è ribellato agli esiti), ma oggi è una splendida giornata primaverile e questo significa che c'è ancora speranza: quella deve essere sempre l'ultima a morire. D'altro canto io credo fermamente che quel che si semina si raccoglie, perciò lascio che semino e aspetto pazientemente di osservare il loro raccolto...se seminano carote non potranno certamente raccoglier patate!!
    e così anch'io ho cambiato argomento: Orto :)
    una radiosissima giornata a te (in barba a tutti quanti!)
    StefiB

    RispondiElimina
  2. Ciao Alchemilla, mi trovo in completa sintonia con stefy, aggiungo solo un grazie per la tua premura nei miei confronti che mi ha mostrato un lato di te che già credevo tu avessi.
    per questo, ti invito ad entrare in regalivirtuali.blogspot.com
    e ritirare 2 omaggi comunity (per i veri amici).
    Tu ci fai parte.
    Lilly

    RispondiElimina
  3. Sì, è così : abbiamo perso tutti. Purtroppo. Ho letto il tuo post e mi è sembrato di leggervi tutta l'amarezza e lo sconcerto che provo anch'io.
    Ciao
    Giada

    RispondiElimina
  4. Sono d'accordissimo con te. Ma il punto è proprio che l'autocritica non se la vogliono fare evidentemente. La cosa che poi mi sconcerta di più è che tutti definiscono Berlusconi non-democratico, e poi non inventano nulla per arrivare alla gente. Se la televisione ce l'ha in mano lui, allora non dovrebbero darsi da fare nel territorio, andare in mezzo alla gente, lavorare giorno dopo giorno per sensibilizzare, informare.
    Io mi sono svegliata con il Piemonte leghista. E' davvero una brutta sensazione. Ma non hanno perso, loro no, ma noi sì e soprattutto le fasce più deboli.
    Hai raccolto il mio disagio
    Grazie

    RispondiElimina
  5. Io non capisco, non riesco a capire.
    Non ci arrivo.
    Non ho mai creduto nella politica, sono stata 20 anni senza andare a votare, ho ricominciato solo di recente, ed ho ricominciato per paura, schifo e vergogna.
    Le stesse cose che provo oggi.

    RispondiElimina
  6. Vi scrivo raccogliendo la vostra amarezza come una spinta ulteriore all'impegno per chi, come me, si dà da fare sul territorio, va in mezzo alla gente, lavora giorno per giorno per sensibilizzare e informare...
    Non sempre basta: serve l'impegno di tutti perché la politica non sia il mestiere di pochi ma diventi l'espressione dell'interesse comune per la cosa pubblica (res publica).
    E non è vero che l'autocritica non l'abbiamo fatta: non fermatevi alle notizie che sentite e leggete sui media: andate a parlare con chi nel vostro territorio fa politica e parlate con loro. Vi accorgerete di come è diverso da quello che sembra.
    Coraggio

    RispondiElimina
  7. dopo le elezioni la matematica diventa un'opinione....
    marina

    RispondiElimina
  8. I loved aѕ much as уou'll receive carried out right here. The sketch is attractive, your authored material stylish. nonetheless, you command get bought an edginess over that you wish be delivering the following. unwell unquestionably come more formerly again since exactly the same nearly very often inside case you shield this increase.

    Take a look at my page 3d tattoos for girls

    RispondiElimina

Iscriviti per ricevere la risposta.