venerdì 6 agosto 2010

Trenino Rosso del Bernina

Ogni lasciata è persa...
Se voi in questi giorni passaste da casa mia non credereste mai che sono casalinga...Però in questi giorni capitano occasioni a raffica per stare tutto il giorno fuori casa (in realtà anche se resto dentro casa non combino molto...).
Oggi un gruppo di parenti andava a Tirano a prendere questo famoso Treno Rosso che si arrampica fino al Bernina a più di duemila metri.
Nonostante raggiungere la Valtellina dalla provincia di Bergamo sia un'impresa trafficatamente complicata ci siamo aggregati.
Con molto ottimismo, non sapendo che il costo del treno è di circa 40 euro per gli adulti e 20 per i bambini...
E non valutando che oggi fosse una giornata non proprio da gita in montagna, con freddo e vento.
Un insieme di cose che ci ha portato a non impazzire per il trenino, nonostante i panorami fossero molto belli e suggestivi e soprattutto a restare molto delusi da St. Moritz...
Non poteva mancare un piccolo collage della giornata.

5 commenti:

  1. ti dico solo che io questo è il primo anno... dopo una vita di soffernze in una roma torrida negli anni universitari .... dicevo...è il primo anno che ho l'aria condizionata. Finalmente questo era il primo anno che potevo passare un estate a Roma, senza soffrire di insonnia, nervosismo, e pressione bassa a causa delle temperature a limite della sopportazione....

    beh da quando ho montato l'aria condizionata... l' avrò accesa 3 o 4 volte... a Roma è arrivato l'inverno...

    RispondiElimina
  2. Per fortuna parlano di surriscaldamento del pianeta...

    RispondiElimina
  3. questa gita con il trenino era venuta in mente anche a me, ne parlavo proprio l'altro giorno. ma tu dici che non vale la pena? complimenti cmq per il collage :)

    RispondiElimina
  4. Diciamo che è molto influenzata dal clima.
    Con il sole penso mi avrebbe fatto tutto un altro effetto.
    Se posso consigliarti di fare il giro contrario da StMoritz a Tirano invece che viceversa, come abbiamo fatto noi.
    Perché, a mio avviso, attraversare la Valtellina è veramente una prova di coraggio!

    RispondiElimina
  5. L'ho fatto due anni fa durante il viaggio per l'Engadina. E' molto bello quel tragitto. Venendo in treno da Firenze non abbiamo avuto problemi di traffico. Inoltre il tempo era bello.

    RispondiElimina

Iscriviti per ricevere la risposta.