sabato 16 ottobre 2010

Aggiornamenti scuola

Ieri c'è stata la riunione a scuola.

C'erano presenti 10 genitori su 21 alunni.

C'erano presenti 1 prof e mezzo su 8. Perché non è previsto che i professori incontrino i genitori in questo momento, solo la coordinatrice...

MA, fortunatamente, questa coordinatrice, che è la prof di italiano storia e geografia è veramente in gamba. Si sente che ama il suo lavoro. Mi è piaciuta molto. E cosa ancora più importante piace molto anche a mia figlia.

COMUNQUE, se alla prima riunione del primo anno della scuola media, annunciata con una decina di giorni di anticipo, sono presenti il 50% dei genitori...(percentuale altissima rispetto alle seconde e alle terze)

Mi viene da pensare che il governo con le sue scelte taglia-scuola ce lo meritiamo!!!

Sì perché della scuola non interessa niente ma proprio niente a nessuno!

Che tristezza, tristezza, tristezza....MA ho deciso che per sopravvivere in questo mondo c'è solo una possibilità: guardare il bello, sempre e comunque, dedicarsi al bello. Senza smettere di lottare, nel nostro piccolo.

8 commenti:

  1. Otima idea!!!
    Mi vengono in mente le ultime righe del libro "Le città invisibili" di Calvino, che vale sempre la pena di tanto in tanto rileggere. Siccome non le so a memoria, adesso le cerco in rete e le copincollo qua.
    La bellezza ci salverà!!!
    Un bacio
    Francesca

    RispondiElimina
  2. Ecco la citazione:

    "L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno è quello che è gia qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e approfondimento continui: cercare e saper riconoscere chi e che cosa in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio"

    Ecco, dobbiamo riconoscere ciò che di bello c'è nel mondo e nutrirlo. Solo così riusciremo a sottrarci all'inferno che ci circonda!
    Un bacio
    Francesca

    RispondiElimina
  3. Io sono una Prof in pensione, ma fa sempre piacere quando leggo che tra un alunno e la sua insegnante c'è feeling

    RispondiElimina
  4. Splendida citazione Francesca. Non la conoscevo.

    GABE, molto feeling: stamattina l'ha messa al primo banco per tenerla sotto controllo perché tende a distrarsi. E lei l'ha presa molto bene. Credo si senta considerata.

    RispondiElimina
  5. Che cosa strana... Noi alla riunione di inizio anno, nel corso della quale ci furono presentati TUTTI i professori, eravamo presenti al 100%, con anzi una notevolissima presenza di entrambi i genitori. Mah, non mi capacito.
    E capisco la tua considerazione sul fatto che abbiamo i tagli che ci meritiamo. Non dimenticare che chi fa i tagli altro non è che il governo democraticamente eletto dalla maggioranza degli italiani, la stessa maggioranza che poi non va alla prima riunione di scuola media dei figli.
    Tutto torna.
    Abbiamo il governo che ALTRI hanno votato e che ALTRI meritano.

    RispondiElimina
  6. d. - perfectio conversationis17 ottobre 2010 17:32

    Alchemilla,

    dopo aver visto dei genitori che non andavano a ritirare la prima pagella di prima elementare, non mi stupisco più di niente, trovo anzi la percentuale della vostra riunione astronomica! ;)

    RispondiElimina
  7. La scuola richiederebbe un impegno di tutti quelli che ci credono, ogni giorno perchè per i nostri ragazzi è troppo importante. E ci sono insegnanti come quella di tua figlia che bisognerebbe sostenere e valorizzare. Fai comunque bene a vedere positivo.
    Un caro saluto
    Giulia

    RispondiElimina
  8. Confermo che, per quello che è la mia esperienza, il 50% di presenze è un gran successo.
    E confermo che della scuola non gliene frega niente a nessuno. Purtroppo.

    RispondiElimina

Iscriviti per ricevere la risposta.