venerdì 30 dicembre 2011

Se per un anno una lettrice - Nina Sankovitch (2011)

Ho iniziato a leggere questo libro di Nina Sankovitch veramente con curiosità. "Se per un anno una lettrice" è il racconto della prova fatta dall'autrice di leggere un libro al giorno per un anno. Come non farsi catturare da una storia di questo tipo? 
Ero interessata alla parte pratica e a conoscere tutti i libri letti da Nina.
La prima parte del libro mi ha appassionato. Nina Sankovitch legge veramente un libro al giorno per un anno perché nei libri cerca un aiuto per superare la morte della sorella Anne-Marie, dopo che per  tre anni ha vissuto di corsa, per non pensarci, riempiendo la vita di impegni di ogni tipo. L'autrice crede che forse leggere, passione che la legava molto alla sorella e a tutta la sua famiglia, potrebbe essere un valido aiuto.

"Le parole sono vive e la letteratura diventa una fuga, non da, ma dentro la vita. Cyril Connolly"


Sarà vero? Non so ma l'autrice trova davvero conforto nei libri. A volte trova risposte, altre volte consolazione, moltissime volte ricordi ma soprattutto capisce che non sempre e non per tutto c'è una risposta.

"Le cose belle. Sta a noi riconoscerle e tenerci stretti i momenti di bellezza che ci aiutano a sopravvivere, persino a migliorare. E quando riusciamo a condividere la bellezza, torna la speranza."

Anche il finale mi è piaciuto, però il romanzo è molto ripetitivo: l'autrice ha utilizzato questo testo per convincersi che poteva continuare a vivere nonostante la morte della sorella, l'ha scritto per celebrare la sorella, per ricordarla come la donna stupenda che è stata, l'ha scritto per raccogliere la storia della propria famiglia d'origine e della famiglia che ha creato con il marito (quattro figli maschi + la figlia di lui, molto più grande) e quindi ripete questi concetti continuamente. Il lettore si stanca un po' ma alla fine capisce l'intento terapeutico del libro. 
Dei 365 libri letti da Nina ne conoscevo solo...tre! Moltissimi libri citati non sono mai stati tradotti in italiano. Nina decide di leggere libri che non superino le 300 pagine, a parte quella volta in cui sui figlio le propone un libro di quasi cinquecento pagine e lei non riesce a dirgli di no. Mi sono segnata alcuni libri che mi piacerebbe scoprire, come "L'eleganza del riccio" il primo libro dell'anno di lettura di Nina.
"Renée ha dimostrato a Paloma - e a me - che se siamo abbastanza attenti nel tenerci stretta la bellezza di certi momenti, possiamo portarli con noi per sempre. Kakuro ha dimostrato a entrambe - e a me - che quei momenti sono ancora più belli se vengono condivisi, sia nell'attimo stesso in cui si vivono, sia nel ricordo. E Paloma ha mostrato a Renée - e a me - come le possibilità della vita, i ricordi futuri da scovare e trattenere, possono scacciare la paralisi del dolore."
Nina riesce a leggere circa 70 pagine all'ora e per questo dedica alla lettura quattro ore ogni giorno. Le ore per leggere sono rubate al sonno, alle pulizie di casa, alla cucina, al marito, ai figli ma tutti capiscono, comprendono e sostengono.
Inoltre Nina ha creato un sito per raccogliere le recensioni dei libri e questo le occupa una media di due ore ogni giorno. Queste sei ore al giorno di lettura sulla sua poltrona viola vengono trattate come un lavoro. Nelle giornate più difficili, o nei giorni di festa e vacanza in cui tutti sono a casa, Nina sceglie libri più corti e semplici. ma nel corso dell'anno legge veramente di tutto.

"Potevo sentire gli strattoni delle parole che mi trascinavano dentro, tenendomi avvinta con trepidazione e piacere."

In "Se per un anno una lettrice", l'autrice non ricorda solo i libri letti durante il suo anno magico ma anche quelli dell'infanzia e di tanti altri momenti della vita.
"Da quando la mia casa è bruciata

ho una vista migliore

sulla luna. 

Waters." 
"Una vista migliore: era ciò che volevo per i miei figli. Non vedere il peggio di quanto le circostante della vita presentavano loro, ma il meglio. Resistenza di fronte alla delusione."
Nina Sankovitch è nata nel MidWest da padre polacco e madre belga, vive a Westport in Connecticut, da cui raggiunge spesso New York in un'ora di treno.
"Non possiamo controllare gli eventi che ci circondano, ma siamo responsabili delle nostre reazioni a quegli eventi."
Il sito dell'autrice è Read All Day. Vi consiglio di visitarlo, leggere ALL DAY è possibile se....

Avere sempre un libro con sé. Leggere mentre si aspetta. Leggere mentre si mangia. Leggere mentre ci si esercita. Leggere prima di andare a letto. Leggere prima di uscire dal letto. Leggere invece di aggiornare FB. Leggere invece di guardare la Tv. Leggere invece di passare l'aspirapolvere. Leggere mentre si passa l'aspirapolvere. Leggere con un gruppo di lettura. Leggere con i bambini. Leggere con il gatto. Leggere con il cane. Leggere con un programma. Avere sempre un libro con sé.

Titolo originale: Tolstoj and the Purple Chair. My year of Magical Reading


13 commenti:

  1. Veramente bello "L'eleganza del riccio". Te lo consiglio.

    Buon anno, che sia meglio di quello che sta per terminare.

    Julo d.

    RispondiElimina
  2. Mi sono appena iscritta al blog, ora corro a ordinare il libro!
    Sai come queste cose mi colpiscano nel profondo... :)

    (E poi rispondo fedelmente a tutte le regole da lei indicate... ;))

    Un buon 2012, a presto!

    RispondiElimina
  3. Io leggo in quasi tutte le situazioni che citi... ma un libro al giorno... non lo farei mai.
    Sono una lettrice molto lenta e devo assaporare ogni pagina di ciò che leggo e, soprattutto, fare una pausa "digestiva" tra un libro e l'altro.
    Direi che sono sulla media 15-20 all'anno, non di più
    Baci e buon anno

    RispondiElimina
  4. Anche io lo sto leggendo!!! =)
    Mi ha sorpreso tantissimo e adesso passo le mie sere in compagnia di Nina...=)
    Mi sta facendo maturare la consapevolezza di intensificare questa mia passione per la lettura...sto aggiornando Anobii e ho selezionato alcune letture che voglio fare...
    Un caro saluto... a presto...

    RispondiElimina
  5. fallo anche tu questo gioco qui se ti va, se puoi...

    Brava per essere riuscita nel tuo proposito di leggere di più...io spero di riuscirci...
    a presto cara Alchemilla...

    RispondiElimina
  6. L'eleganza del riccio è bellissimo, molto più del film... questo libro che citi non lo conosco, lo metto in lista!

    RispondiElimina
  7. Non avevo sentito parlare di questo libro ma mi hai incuriosito molto, sarà il prossimo libro che cercherò in biblioteca!
    Sono sempre stata una lettrice appassionata, quando esco, tengo i libri che sto leggendo in borsa per approfittare di ogni momento utile, ho bruciacchiato più di una cena perché troppo persa nella lettura, però, ultimamente ho talmente tanti impegni che se non mi fermo un'attimo non riesco a concentrarmi su ciò che leggo e anch'io, come diceva "mogliemammadonna" sento il bisogno di immergermi completamente ed assaporare ogni pagina...
    Approfitto dell'occasione per augurarvi un buon 2012!

    RispondiElimina
  8. ciao sono passata ad augurare buone feste

    RispondiElimina
  9. ma alla fine....diventa un lavoro....no non ci riuscirei..

    quest'anno ho letto 14 libri che sono tre in piu' di quelli letti l'anno prima...e' gia' un bel risultato per me...!!

    potrei forse fare un corso di lettura veloce.....;P

    auguri a tutte!
    ciao
    elena

    RispondiElimina
  10. Tutto ciò ha il fascino delle cose che non riuscirei mai a fare. Per la lettura è una cosa bellissima ma faticosa. Per potermela godere ho bisogno di calma, concentrazione, tempo a disposizione. Che invidia per quelle foto sul sito della Sankovitch!

    RispondiElimina
  11. Già quelle foto...Ti fanno venir voglia di leggere, no?

    RispondiElimina
  12. Ciao Alche, ho iniziato a leggerlo per la sfida ma ad essere sincera non mi sta entusiasmando molto.
    Ma magari andando avanti migliora.
    Forse a lei serviva davvero leggere in quel modo... ma davvero non fa per me, forse mi basteranno i 35 che abbiamo programmato per quest'anno.
    Già è un miracolo trovare il tempo per leggere un po', per sua fortuna lei non lavorava altrimenti non ce l'avrebbe fatta.
    Baci
    a presto

    RispondiElimina
  13. Io vorrei tanto questo libro... magari qualcuna di voi lo ha in PDF o in qualunque altro formato digitale ? La mia email è Blulululle97@live.it
    Se lo trovate vi prego di inviarmelo, ci tengo moltissimo :)

    RispondiElimina

Iscriviti per ricevere la risposta.