mercoledì 2 gennaio 2013

Quel che c'è nel mio cuore di Marcela Serrano

Ah! Le donne! Che vita faticosa!
Marcela Serrano (è il secondo libro che leggo, anche il primo I quaderni del pianto mi è piaciuto molto) riesce a rendere in modo incredibile i pensieri delle donne e racconta la vita difficile di molte di loro.
Mi piace molto questa scrittrice che ho appena scoperto, e che molte di voi amano già.
Questa storia poi (raccontata come fosse una storia vera) mi ha trasportato in Chiapas, nel sud del Messico, a conoscere luoghi meravigliosi e difficili, e la resistenza zapastista.

Ho sottolineato alcune note in Anobii. E vorrei semplicemente raccogliere qualche fotografia che ho preso in rete (mi scuso se ho violato qualche diritto, non ho controllato, mi piacevano troppo, vi prego di segnalarmi se devo toglierle):
San Cristóbal de Las Casas: l'autrice lo descrive come un luogo incantevole, colorato,  con un'aria pulita, profumi indimenticabili e un cielo (quasi sempre) terso.

Case basse e colorate, gente cordiale, emozioni
Le donne zapatiste del Chiapas si impegnano in modo attivo per la loro causa
Come sempre, una gran voglia di partire, di scoprire e di conoscere...

Titolo originale: Lo que está en mi corazón (2001),  Traduzione di Michela Finassi Parolo

1 commento:

  1. Ciao, buon inizio per questa nostra avventura assieme, non conosco questa scrittrice, ma mi hai incuriosita.
    Buona lettura

    RispondiElimina

Iscriviti per ricevere la risposta.