mercoledì 24 aprile 2013

Freedom writers


Ho rivisto questo film che considero meraviglioso per la voglia di farcela che trasmette, per la speranza che dà, nonostante tutto. E il tutto qui è immenso, difficile e pesante da sopportare.

Ci siamo stupiti perché la prima volta che l'abbiamo visto le mie figlie avevano sette e dieci anni. Credo che siano la stupidità e la volgarità, la violenza resa spettacolare e la mancanza di rispetto resa comica, che vadano mostrati il più tardi possibile, mentre l'amore per gli altri,  la speranza negli occhi dei ragazzi, il potere dell'insegnamento e della condivisione, vadano presentati il prima possibile, anche se insieme facciamo conoscere loro che il mondo non è un luogo facile in cui vivere, per molti.

Il trailer si vede male ma almeno ha i sottotitoli in italiano, questo invece è il link dell'associazione:
http://www.freedomwritersfoundation.org/. Purtroppo il libro di Erin Gruwell e dei suoi ragazzi non è mai stato tradotto in italiano.

Nessun commento:

Posta un commento

Iscriviti per ricevere la risposta.