lunedì 27 maggio 2013

La comodità o la felicità?


Quando vivi nella comodità è difficile farne a meno anche quando ha un alto prezzo da pagare e la fatica pesa un po' a tutti anche quando regala grandi soddisfazioni, si cerca sempre di evitarla. 
Sembra difficile inoltre organizzarsi, essere sempre pronti in ogni occasione. Impegnativo poi recuperare il tempo perduto. 
Questi sono i motivi per cui faccio fatica ad autoprodurre.



Dopo aver incontrato Erbaviola di persona,  ieri a Floreka,  a Gorle (Bg), potrei cambiare idea. 
Perché di persona è umana, non un supereroe e ci ha fatto capire che tutto si può fare proprio con semplicità, gradualità e senza quella ricerca della perfezione che sempre ci trattiene dal fare credendo che piuttosto che farlo male, meglio non farlo proprio... È vero il contrario : poco è meglio di niente! 
Un passo alla volta è meglio che non partire proprio.


Sarà stato anche perché era finalmente una giornata di sole, sarà perché Floreka è ricca di fiori e piante che mi mettono di buonumore o per il sorriso sincero e contagioso di Grazia ma sono tornata con tanti buoni propositi il primo dei quali è: non avere buoni propositi! 
Già, il tempo che spendo in programmazione e idee meglio investirlo nel fare qualcosa di buono! 
Potrei iniziare anche autoproducendo salute: facendo una passeggiata, anche se piove. 
Autoproducendo empatia : andando a trovare qualcuno che ama la solitudine meno di me. 
E fare tante altre piccole cose che faccio solo quando sono ''in forma''. 
Siccome è da un po' che non sono in forma (e che piove) è da troppo che non vivo come vorrei, come mi piace e come sto bene, o meglio. 


A questa splendida manifestazione c'era anche Kia che ci ha parlato della sua compostiera e del suo nuovo libro "Dalle bucce nascono i fiori"(che naturalmente ho acquistato!). Kia trasmette entusiasmo e voglia di fare!

I libri di Grazia Cacciola sono invece già tutti nella mia libreria e sono davvero ben fatti: Scappo dalla città, L'orto sul balcone e L'orto dei germogli. Ma lei, come anche Kia, è davvero molto generosa e sul suo blog si possono trovare davvero molte informazioni pratiche e gratuite e anche tutti i video di Geo & Geo che sono dei veri e propri mini corsi!

L'anno prossimo ve lo dirò prima quando ci sarà Floreka e speriamo torni anche Erbaviola a ''stimolare la nostra naturale regolarità''...*


*Già perché Grazia, tra le altre cose, molte delle quali trovate nei suoi libri, ci ha raccontato alcune particolarità sul miracoloso Bifidus... Guardate qui


***Le foto sono state fatte ieri proprio a Floreka, in quell'esplosione di fiori e colori!

16 commenti:

  1. Sapevo già del famoso Bifidus, ma è sempre bene ricordarlo!!!!
    Il libro di Grazia, Scappo dalla città, l'ho letto quando Roberto ed io abbiamo deciso di trasferirci in campagna e mi è stato davvero molto utile. Gli altri non li conosco: siccome non ho un balcone ma un vero proprio orto, forse quello dell'orto sul balcone non mi interessa... Invece cercherò quello sui germogli, visto che ne faccio largo uso.
    E' vero: un passo alla volta è meglio che non partire proprio... ma d'altro canto, si va avanti solo un passo alla volta ( a meno che uno non voglia procedere saltando a piedi uniti, ma io francamente lo sconsiglio!!!).
    Ti abbraccio
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per le tue parole! Tu potresti entrare nella prossima edizione del libro di Grazia...

      Elimina
  2. Ciao cara, è stato davvero un piacere, dopo tante chiacchierate virtuali, conoscersi anche di persona! Mi spiace solo che non abbiamo potuto passare un po' di tempo a chiacchierare, purtroppo gli impegni erano un po' pressanti e, almeno questa volta, era con me la mia metà per ricordarmi anche le cose più banali tipo "devi andare a mangiare", "devi andare a salutare tizia", che tendo a dimenticarmi per ciacolare ;) Ci incontreremo una prossima volta lontano da impegni ufficiali? Chissà, speriamo!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, hai ragione, ma io "dal vivo" sono piuttosto timida...Speriamo di poterci incontrare ancora!

      Elimina
  3. Ciao Alchemilla, ma caspiterina perché non sei venuta a salutarmi!!!??? mi avrebbe tanto fatto piacere! ci siamo incontrate una sola volta qualche anno fa e devo essere sincera io non ti ho riconosciuta! :(
    però sono felice che ti sia piaciuto l'incontro e ora mi raccomando voglio sapere cosa ne pensi del mio libro!
    ti abbraccio forte e alla prossima allora!
    un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Promesso! Ma come ti ho scritto su facebook sono stata "distratta"!
      Un abbraccio!

      Elimina
  4. Mi dispiace che non ti senti in forma. Sta tutto lì. Se si è in forma non ci fa fatica niente.
    Bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già...Non vedo l'ora di faticare!!!

      Elimina
  5. Ciao Alchemilla e complimenti per queste meravigliose fotografie! Anch'io ero a Floreka e mi sono presentata a Erbaviola (non so se ti ricordi professione: manager della casa)! Sono proprio contenta perché domenica convinta di fare un passo alla volta in verità ne ho fatti molti: ho incontrato Erbaviola, sto scrivendo ora sul tuo blog che continuerò a leggere, leggerò i libri 'scappo dalla città' e 'dalle bucce nascono i fiori'. E da domenica, appena ho a che fare con della plastica anche quella dei semplici grissini se pur al rosmarino e biologici, associo sempre l'immagine dell'inceneritore, come ci ha ricordato Grazia e così un altro piccolo passo mi attende! Mi dispiace non aver incontrato e conosciuto Kia, ma leggerò il suo libro e sono sicura che ci saranno altre occasioni sia per parlare dell'orto sul balcone che del compostaggio casalingo direttamente con lei e magari ancora a Bergamo, in qualche altra cornice! Un caro saluto Nadia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nadia mi ricordo di te e sono davvero contenta che tu sia passata di qui!
      Penso anche io che ci saranno nuove occasioni di incontro!
      Grazie e ti aspetto ancora con i tuoi commenti!

      Elimina
  6. Fare fatica per me è una cosa meravigliosa anche se faticosa appunto, io autoproduco moltissimo e far combaciare questo con il lavoro, la famiglia la casa etc etc non è facile però non ne farei a meno .
    Quando ho le mani in pasta che sia di pane o di terra sto bene e come se mi stessi prendendo cura di me con qualche portentosa maschera di bellezza.
    é la prima volta che ti scrivo cara Alchemilla anche se ti leggo da moooolto tempo, colgo questa occasione per ringraziarti del tuo lavoro sul blog, offri sempre tanti spunti di riflessione e ottimi titoli per libri e film.
    Grazie ancora Chiara tua lettrice e compaesana.

    RispondiElimina
  7. Grazie Chiara, grazie per il tuo messaggio e le tue parole, mi hai fatto riflettere sulla fatica... E anche sulla maschera di bellezza!!!
    Ma oltre che compaesane siamo anche parenti? Aiutami a scoprire chi sei...

    RispondiElimina
  8. Grazie Chiara, grazie per il tuo messaggio e le tue parole, mi hai fatto riflettere sulla fatica... E anche sulla maschera di bellezza!!!
    Ma oltre che compaesane siamo anche parenti? Aiutami a scoprire chi sei...

    RispondiElimina
  9. Si esatto, mi piacerebbe tanto avere l'onore d'incontrarti, grazie Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Onore? Grazie! Ma dal vivo sono meno..interessante! Comunque ci organizziamo. Sei su facebook? Chiedimi l'amicizia!

      Elimina
  10. Si sono su fb ti contatto lì allora grazie

    RispondiElimina

Iscriviti per ricevere la risposta.