venerdì 26 luglio 2013

Baci scagliati altrove di Sandro Veronesi (2011)

Inizia con ''Profezia'' questa raccolta di racconti scritti nel tempo (e purtroppo non datati nel libro) di Sandro Veronesi, inizia quindi senza respiro con uno dei migliori racconti italiani (a detta di pubblico e critici) e con una apertura di un pezzo di cuore dell' autore. 
"figliolo, io guardo questi programmi di merda per illudermi che la vita sia davvero così misera; che essa non sia amore, e bellezza, e ingegno, e sfide, e conquiste, e natura, e mare e vento e barche a vela, ma una squallida faccenda di rancori, pettegolezzi, paura e puzza di chiuso, come la riducono qua. Così, capisci, mi viene più naturale lasciarla"

Continua con aneddoti che analizzano il rapporto figlio e padre, i rapporti amorosi e tante altre sfaccettature della vita, con riguardo a quella di autore più o meno squattrinato. 
"Il tempo non manca, il tempo c'è sempre, il tempo finisce una volta sola."
Come sempre Sandro Veronesi affascina e suscita la mia ammirazione per il suo stile accattivante, l'uso delle parole e la capacità di interessare il lettore. A volte mi sembra che scriva proprio per il piacere di usare questa parole, di giocarci, di inventarsi qualcosa con loro.

Nessun commento:

Posta un commento

Iscriviti per ricevere la risposta.