giovedì 16 gennaio 2014

Il mio viaggio della speranza di Bay Mademba

Ebbene sì mi è ripresa la smania di lettura e dopo la pausa di due romanzi sono tornata all'argomento immigrazione.
Nel gruppo di LeggiAmo qualcuno ha raccontato di aver comprato questo libro da un venditore sulla spiaggia, l'ho cercato in biblioteca, c'era (da queste parti in biblioteca è difficile non trovare quello che si cerca!) e me lo sono letta con interesse in un attimo!

Se riuscite a scovarlo anche voi ve lo consiglio veramente perché in pochissime pagine e con parole semplici e positive quest'uomo che è arrivato dal Senegal per trovare fortuna in Italia vi aiuterà a guardare tutto con occhi diversi.
Ci sono un paio di pagine in cui viene spiegato il fenomeno dell'immigrazione, le ragioni e le responsabilità, l'evoluzione del mondo occidentale e dell'uomo in modo talmente chiaro che non si può che restare zitti e ascoltare annuendo.

Ma più di tutto Bay Mademba riesce a trasmettere il carattere solare e pacifico dei senegalesi e la sua esperienza positiva come venditore ambulante di libri di qualità in Italia.

Leggendo poi si scoprono, o riscoprono, davvero tante cose. Non sapevo che anche dal Senegal alle Canarie c'è una tratta di morte e speranza che, per un drammatico scherzo del destino, parte anche dall'isoletta di Gorée da dove venivano deportati gli schiavi nel settecento.

Spero che troviate "Il mio viaggio della speranza" magari proprio da un venditore senegalese che vi ferma per strada!

Essi ci raggiungono per portarci in dono le cose preziose che noi abbiamo dimenticate: il sorriso, la voglia di parlare, il gusto di salutarsi, il piacere della compagnia, la disponibilità llaa sorpresa, la mancanza di paura verso il prossimo, l'accettazione fatalistica delle difficoltà.

Le mie note su Anobii

Anno di edizione 2006

Nessun commento:

Posta un commento

Iscriviti per ricevere la risposta.