martedì 22 aprile 2014

Alcune letture di questo periodo

Forse, come accade a molti uomini, le loro occasioni di osservare non erano altrettanto propizie quanto le loro occasioni di esprimersi.
- Thomas Hardy, Tess dei d'Urberville -



“Un giorno vorrei incontrare Roberto Pannunzi. Guardarlo negli occhi, non chiedergli nulla perché nulla mi direbbe, o solo chiacchiere per imbeccare un giornalista di fatterelli senza polpa. Vorrei capire una cosa, soprattutto: come fa a procurarsi la serenità che ha dentro. Si vede che non pare tormentato. Non uccide. Non distrugge vite. Da bravo broker del narcotraffico sposta solo capitali e coca senza neanche toccarla. Come altri fanno con la plastica o il petrolio. Non generano anche loro incidenti stradali, inquinamento irreversibile del pianeta, persino guerre che si trascinano per decenni? I petrolieri perdono forse il sonno? Perdono il sonno i produttori di plastica? Perdono il sonno gli amministratori delegati delle multinazionali informatiche sapendo come vengono assemblati i loro prodotti o che l’accaparramento del Coltan è alla radice dei massacri che si susseguono nel Congo? Ecco: Pannunzi, ne sono certo, ragiona così. Ma io vorrei sentire quali giustificazioni addurrebbe, una per una. Che cosa si racconta per potersi dire: “Sono solo un broker. Dammi i soldi, io ti do la merce. Come tutti”. Tutto qui. Né peggio né meglio dei suoi simili.”
- Roberto Saviano, ZeroZeroZero -


Vi consiglio "Per dieci minuti" di Chiara Gamberale: una lettura veloce, semplice, di quelle che ogni tanto ci vogliono. E se poi riuscite a copiarne l'idea, fatemelo sapere, perché anche io ci vorrei provare!

6 commenti:

  1. Non riesco a concentrarmi sulla lettura di pressoché nulla.... troppi casini... troppi pensieri... troppo di tutto.... vorrei solo respirare....solo respirare

    RispondiElimina
  2. Anch'io ho letto il libro della Gamberale qualche mese fa e mi aveva ispirato moltissimo.... volevo provare anch'io seriamente il gioco dei 10 minuti.... ma ancora non mi ci sono applicata anche se penso che non proprio tutti i giorni .... inconsciamente .... lo sto già facendo ;)

    RispondiElimina
  3. E' più di un mese che non riesco a leggere niente. Non mi era mai successo prima! Leggo solo i libri del gruppo di lettura (uno al mese) e con estrema fatica.Non ho la testa in questo periodo!!!!
    Spero che questo "blocco del lettore" passi.
    Un abbraccio
    Francesca

    RispondiElimina
  4. Ciao Giannina! Io ultimamente ho letto "chiamate la levatrice" di Jennifer Worth, dal quale è stata tratta una serie televisiva della bbc. Mi è piaciuto molto! Racconta la storia vera e autobiografica dell'autrice che negli anni cinquanta faceva la levatrice nell'East end di Londra, un quartiere povero e che era stato bombardato nell'ultima guerra. Si trova anche per kindle. Un salutone dai monti bellunesi

    RispondiElimina
  5. OMG! Thomas Hardy! Siamo tornate proprio anglicizzate nel profondo eh? :D Nonostante tutti apprezzino la produzione più recente di Hardy, da Tess a Jude the Obscure, a me è sempre rimasto nel cuore "Far From the Madding Crowd" (in italiano dovrebbe essere tradotto come Via dalla pazza folla). L'hai letto?

    Questo libro di Saviano non l'ho ancora letto e sono indecisa. Devo ammettere che mi ha un po' stancata perché racconta racconta ma non arriva mai da nessuna parte. Ultimamente, poi, racconta cose che sono già viste e riviste persino nei documentari di History Channel (è solo un esempio, perché raramente ho trovato una collezione di documentari più noiosi, scontati e censurati). Mi dici che questo è diverso?

    RispondiElimina
  6. Il romanzo di Hardy non mi è piaciuto proprio...Ho fatto una faticaccia a finirlo, saltando anche molte pagine! Non credo che leggerò altro...

    Anche il libro di Saviano non mi è sembrato così indispensabile...Ci sono brani molto interessanti e che colpiscono dove devono ma intervallati con tutta la storia di morti ammazzati che, secondo me, lascia il tempo che trova...
    Ti consiglio di leggerlo a sprazzi!

    RispondiElimina

Iscriviti per ricevere la risposta.