sabato 26 settembre 2015

Inside Out


Domenica scorsa non volevo andare al cinema, a vedere un cartone animato poi...

Non avevo letto niente di Inside Out, non sapevo di cosa trattasse e lo avevo liquidato come un film per bambini....
Invece folgorazione!
Mia sorella accanto a me piangeva copiosamente, mia figlia ormai sedicenne la guardava inorridita "Ma piangere per un cartone animato?" E io, a bocca aperta, con qualche lacrimuccia, che mi chiedevo se questo film fosse stato scritto per me!


Senza giri di parole: è bellissimo! Vale davvero la pena di andare al cinema, spendere quei 6/12 euro (la forbice dei prezzi al cinema è alta).
Avrei voluto che durasse il doppio, che analizzasse ancora di più i cervelli di madre, padre e figlia, che entrasse nell'adolescenza...Insomma volevo un trattato sulle emozioni ma mi sono accontentata e vorrei andare a rivederlo!

C'è posto per tutte le emozioni! Da quando ho visto Inside Out ogni tanto parlo con le mie emozioni, invito Tristezza a starsene un attimo in disparte, chiedo a Rabbia di andare a farsi un bel giretto, Disgusto non mi disturba molto, ma soprattutto invito Gioia a venire più spesso a trovarmi!

E mi riguardo questa scena, guardatela anche voi, chissà quante volte vi è capitata la stessa identica situazione:


Aggiornamento: mi sono accorta che non ho citato l'emozione Paura tra le emozioni e questa dimenticanza andrebbe psicanalizzata!

Non ho detto che questo NON è un film per bambini. Si divertiranno comunque ma non capiranno molto, ai più grandicelli si potrebbe sfruttare l'occasione per parlare di emozioni. Se venisse loro spiegato penso che lo apprezzerebbero e si rivelerebbe utile oltre che ludico! 

8 commenti:

  1. Ciao Giannina
    Noi andremo a vederlo stasera e poi ne parlerò sicuramente sul blog.
    Ma so già che mi piacerà. Primo perché è pixar e la pixar sforna capolavori e poi perché mai come adesso ho la necessità di capire un po di più su questi adolescenti.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Catia, l'adolescenza è solo sfiorata ma azzeccata!
      Sono certa che ti piacerà!

      Elimina
  2. Volevo andare a vederlo con Marta e Giovanni, una di queste sere. Adesso però sono entrambi con l'influenza (o pseudo influenza, non so se è già arrivata quella vera) e si dovrà aspettare. Ma dopo la tua entusiastica recensione, sicuramente non ce ,lo perderemo.
    Un bacione
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca, buona guarigione ai tuoi figli, resterà al cinema un po', spero.

      Elimina
  3. Lo hanno visto le mie figlie, così ho mostrato loro il tuo post. Sono d'accordo con te, anche a loro è piaciuto moltissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo facciamo presto una parte 2!!!

      Elimina
  4. Ciao sono roberta di Ancona come stai????questa estate non ci siamo sentite mannaggia!sono felice di tornare a leggerti con questo post di cui condivido tutto anche le lacrime.e per noi mogli e mamme,beh la scena che hai postato è da standing ovation!
    Un salutone a tutti da tutti noi.
    Roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CIAO!!!!!!!!!!!!!
      Sono felice di leggerti!
      Ti confesso che sono andata a rivederlo anche con mio marito...È piaciuto molto anche a lui e non nega che la scena sia estremamente...reale!
      Un salutone anche a voi!

      Elimina

Iscriviti per ricevere la risposta.