lunedì 8 marzo 2010

Ferrara e l'importanza di essere coppia




















Ferrara mi è rimasta nel cuore, così piccola e vivibile, così aperta e culturale, così piana e organizzata.


Una città verde, oltre che rossa, naturalmente.

Che bello vedere i ragazzi che tornano da scuola in bicicletta.


La gente che corre, pedala e passeggia sulle mura.
I musei affolati di gente.


Mi è piaciuta anche Comacchio, così piccola e affascinante con la sua laguna.


Ma non poteva mancare una visita al luogo che mette pace alla mia anima, che calma i tumulti del mio cuore, che, ogni volta, mi ricorda quanto sono felice e fortunata e quanto è bella la mia vita anche se lui, il mio adorato mare, è sempre troppo lontano...E d'inverno il mare non fa differenze: è sempre bello, ovunque.

Faceva molto freddo e tirava un vento polare ma ho passeggiato per più di un'ora sulla spiaggia e non ho resistito alla tentazione di bagnare i piedi....

E ho respirato, respirato, respirato, con intensità.




Siamo stati in un Bed & Breakfast molto carino, un appartamento di 120 mq arredato con molti pezzi antichi, come quelli che vedete nella foto. Era perfettamente pulito e fornito di tutto, anche di libri e guide sulla città.
Il proprietario è stato molto gentile e disponibile ed è stato piacevole fare qualche chiacchierata.
Si trova vicino alla Certosa, in una zona tranquilla e silenziosa a fianco del Parco Massari.  Se volete questo è il link: Astrolabio.


Sarebbe una bella iniziativa a sostegno delle famiglie e soprattutto delle coppie (che poi sono la base su cui poggia la famiglia) se una volta all'anno i genitori potessero prendersi anche solo due giorni di solitudine e romanticismo, lontano dai figli, per riscoprirsi coppia, aspetto che ogni tanto si dimentica.
Mio marito ed io stavamo passando un periodo un po' difficile, come capita a tutti, questi due giorni ci hanno ricordato che stiamo bene insieme, che ci divertiamo e che vale la pena di non mollare!!!
Mi piacerebbe davvero che tutti potessero farsi questo regalo. Sarebbe cura di amici, parenti, genitori, fratelli e sorelle dare un'occhiata alle coppie che li circondano e prendersi cura di loro...A volte le coppie non se la sentono di chiedere aiuto...Dovremmo tutti alzare le antenne e ogni tanto offrirci di fare i baby sitter...

3 commenti:

  1. Quanto giuste le tue valutazioni sulla necessità di ritrovarsi ogni tanto come coppia e non solo come genitori!
    E bellissima l'idea di una rete di sostegno alla coppia, cosa che esiste solo in determinate circostanze, tra le quali non è contemplata una serata o un weekend per stare un pò finalmente soli.
    Dani

    RispondiElimina
  2. Bellissima gita!
    Hai ragione la nostra società non è costruita in maniera utile alla cooperazione. Imperia l'individualismo, anche in nome della "privacy"... certo è che un tempo con le famiglie allargate tra nonne, sie e quant'altro, vi era più sostegno e solidarietà...peccato che allora, a molti, mancassero i mezzi per un bel viaggetto.
    In ogni modo credo che del tempo per la coppia anche solo ritagliato per un aperitivo o una passeggiata fuori dalle mura domestiche, sia davvero utilissimo.
    Pensando a te, mi è venuto in mente di consigliarti un libro simpatico "Gli uomini vengono da Marte e le donne da Venere" di john Gray
    una luminosa giornata
    StefiB

    RispondiElimina
  3. Sì basta poco, non è necessario stare via la notte, basta qualche ora (ma non a fare shopping o la spesa....e nemmeno il cinema...)

    Ci credi che quel libro è nella mia libreria ma non l'ho ancora letto...Fa parte di quelli comprati quando ho avuto la mania di acquistare tutti i libri che ritenevo interessanti per poi non leggerli perché non sapevo da dove cominciare...

    RispondiElimina

Iscriviti per ricevere la risposta.