mercoledì 21 aprile 2010

Naturalmente...una doppia intervista!


Aprire per la prima volta questo blog è stato come entrare in un luogo sereno e armonico, come una splendida biblioteca in cui si parla a bassa voce ma si dicono tante cose importanti.
In questo blog si trattano argomenti anche scottanti senza mai urlare...Naturalmente, direte voi, è il blog di Marta e Alessio!

E allora quale migliore occasione per conoscerli meglio di un'intervista doppia ?



PRESENTAZIONE DEL BLOG. Naturalmente, Cambiando Strada... Ci raccontate la storia e le scelte che ci sono dietro al titolo e all'indirizzo del blog?

Marta: Quest'autunno eravamo un po’ blues, un paio di progetti a cui tenevamo non sono andati in porto, il tempo non era clemente, e fisicamente non eravamo molto in forma, per cui abbiamo deciso che era ora di “cambiare strada”, ma senza grandi sconvolgimenti, concentrandoci solo sull’essenziale, su quello che ci faceva stare bene con naturalezza, impegnandoci a non farci trascinare da tante frenesie che a volte subiamo senza accorgercene (sarà mica normale fare la fila per tutto in questa città? Anche per prendere un gelato!). E allora abbiamo iniziato a ridefinire la rotta, ma “naturalmente”, senza traumi.

Alessio: La scelta del blog, ma forse di più il nome del blog, nasce da un bisogno di naturalezza. Una naturalezza nel modo di vivere, mangiare, respirare, passeggiare, rimanere in contatto con gli amici (virtuali e non). Uno strumento come il blog è utile a riordinare e fermare alcune idee, che troppo spesso prima rimanevano nell’aria dopo serate di discussioni e confronti, e poi svanivano.

Soprattutto vi va di specificare come si può vivere naturalmente a Milano?

Alessio&Marta: la prima grande scoperta è che si può. Ed è molto più facile di quanto possa sembrare. Milano è piena di segreti ben custoditi, e non è abituata a mettere in mostra i suoi pregi (è piena di giardini e cortili meravigliosi ad esempio, ma chi li conosce? Sono tutti nascosti!). Ovviamente ci sono cose a cui si deve rinunciare, e la casa in cui viviamo non è propriamente immersa nel verde, ma c’è molta gente che fa un uso oculato delle risorse, che ricicla e rigenera, che investe tempo e risorse per migliorare questa città, che ha la peggior reputazione ambientale d’Italia!
Non essendo soli è molto più semplice vivere i cambiamenti, e il nostro quartiere è ancora un quartiere storico, in cui vivono famiglie vere e non solo studenti o lavoratori di passaggio (e non è invaso dalla moda o dai locali trendy), e grazie ai GAS, ai comitati di zona, ad attività artigianali/commerciali coraggiose e a molte associazioni si respira un grande impegno ambientale e sociale.

PRESENTAZIONE DEI BLOGGER. Siete davvero una splendida coppia? Allora posso curiosare un po' nella vostra vita privata ? Da quanti anni state insieme? Avete fatto insieme la scelta di trasferirvi a Milano? Vi mancano le Marche ?

Alessio: Insieme da 4 anni. La scelta di Milano è stata dettata dalla necessità logistica. Marta “faceva scalo” a Milano già da 6 anni quando sono arrivato anch'io.. forse era l'unica città che ci avrebbe permesso di lavorare entrambi in settori lavorativi che ci appassionano. Le Marche ci mancano per la qualità della vita, ma non ci torneremmo a vivere in questo momento.

Marta: Grazie dei complimenti! Ed ecco un po' di noi: siamo insieme da 4 anni, ci conosciamo da un bel po’, ma le nostre strade si sono incrociate quando Ale viveva a Trieste e io faceva spola tra Milano e la Germania, dopo qualche mese di pendolarismo estremo Ale ha avuto l'opportunità di trasferirmi a Milano... ed eccoci qua (ma nel frattempo siamo riusciti ad infilarci anche un anno in Emilia Romagna, i traslochi non ci fanno paura!).
Le Marche ci mancano sì e no, nel senso che dopo molti anni lontani (più di 10 per entrambi) il rapporto è molto sentimentale, ma meno nostalgico, e abbiamo la fortuna di poter tornare quando vogliamo, le nostre famiglie vivono ancora lì, e abbiamo un posticino tutto per noi in campagna.

Il mio primo commento al vostro blog diceva che il vostro spazio mi mette serenità, come dicevo nell'introduzione è un luogo in cui si parla di argomenti anche "scottanti" ma sempre con toni calmi, pacati, ragionevoli e molto accorati.
Potremmo utilizzare queste parole anche per descrivere il vostro carattere ?

Alessio&Marta: ragionevoli quasi sempre, accorati sicuramente sì (qui da noi si discute, parla e ci si confronta su tutto, ma proprio tutto) ...calmi e pacati, beh dipende! La nostra dotazione di pazienza ultimamente è agli sgoccioli su questioni che ci stanno a cuore, e che vengono invece brutalmente ignorate. Ma per fortuna si ride anche molto (ad esempio leggere le risposte dell’altro/a a queste domande si sta rivelando esilarante!), e cerchiamo soprattutto di non prenderci mai troppo sul serio.

Alessio potresti raccontarci un po' Marta ?

Marta è una sognatrice. Da sempre. Per sempre.
È il suo e nostro punto di forza. è dai suoi sogni e dalla sua testardaggine che ritrovo quotidianamente i nostri ideali e principi, e mi aiutano a superare le picchiate a terra che la quotidianità e il mondo del lavoro mi costringono a fare.

E tu, Marta, cosa vorresti dire di Alessio ?

Ho promesso di non leggere cosa ha scritto lui di me, anche se la curiosità mi sta distruggendo! (ha scritto che sono curiosa come un furetto? ;-))
Ale è una persona disponibile e paziente. È la metà razionale della nostra coppia, quello che tiene il timone, mentre io sono la vela che segue i venti. È anche l’animo musicale dei due: credo di averlo sentito suonare qualsiasi strumento gli sia capitato sotto mano, e ascoltarlo suonare il piano è uno dei momenti più belli della giornata. Ma non chiedetegli mai di cantare!

I MOLTEPLICI RUOLI DI UNA COPPIA. Riuscite a collaborare serenamente per la gestione della casa e degli impegni? Se non ho capito male collaborate anche lavorativamente ? E' una bella sfida per una coppia ? Procede tutto bene ?

Alessio: la co-gestione degli impegni e dei ruoli è un nostro punto di forza: quando uno è stanco sa che l'altro c'è. Per qualsiasi cosa!
Purtroppo non collaboriamo nel lavoro, e anche se sappiamo che non deve essere semplice, ci stiamo lavorando... ;-)
La cosa che meglio può rappresentare la nostra coppia in questo momento è la nostalgia che abbiamo durante il giorno... fino alla sera, quando ci si riabbraccia!

Marta: Sull'organizzazione della casa siamo assolutamente complementari (quiz: chi stira meglio le camicie dei due?). Non lavoriamo insieme, anche se Ale più di una volta è stato essenziale per la consegna di alcuni miei lavori. Io sono una traduttrice e lavoro in una casa editrice, mentre Ale si occupa di ambiente e sicurezza sul lavoro, con un’insana passione per la fotografia (credo che dai nostri post traspaiano inevitabilmente queste nostre “predisposizioni”), ma è in fieri un progetto lavorativo comune... è ancora solo un semino, aspettiamo di vedere se germoglierà. Gli esperimenti di collaborazione fatti finora sono stati molto rassicuranti (io sono quella che si agita, Ale è il risolutore).

Avete qualche consiglio da darci per semplificare la nostra vita ?

Marta: beh... La nostra vita è tutt’altro che semplice, anzi “dolcemente complicata” rispetto al passato, ma sicuramente è più leggera e molto più felice. Cerchiamo di non preoccuparci di inseguire obiettivi fasulli (ma comunemente molto diffusi/accettati/agognati), come il vivere per lavorare e non viceversa (sembra banale, ma basta guardarsi un po’ in giro e non lo è per niente). Abbiamo iniziato a stare davvero bene da quando usiamo il nostro tempo per fare cose che sentiamo “affini” alle nostre scelte, e che non richiedono nessun compromesso.

Alessio: forse, dopo tanto parlare, osservare, vivere la società, le famiglie, i conoscenti, sì: cercare il più possibile di riflettere su ogni scelta. Su qualsiasi cosa: il cibo, i vestiti, i libri, la musica, l'educazione, la scuola, il mestiere, gli investimenti economici... Insomma ogni cosa deve nascere e fare parte di noi. Non esistono scelte migliori di altre (ovviamente rimanendo nella legalità e seguendo una certa etica! ;-)) esistono modi di essere o di vivere diversi tra loro, l’importante è sentirsi autentici, e felici.

RAPPORTO BLOG/VITA. Come ve la cavate con la dipendenza dalla rete ? Vi sentite in obbligo a scrivere qualche post o vengono scritti solo se c'è un'ispirazione ? Li scrivete anche insieme ?

Marta: quando abbiamo deciso di aprire il blog (da completi profani della blogosfera) ci siamo anche detti che nel momento in cui fosse diventato un obbligo (un altro??) sarebbe finito lì. Scriviamo solo se abbiamo una bella storia o un progetto da raccontare (infatti la frequenza è molto altalenante). Tutti i post sono scritti a quattro mani, generalmente uno dei due lo scrive e l'altro fa la lettura finale (e le pulci, all’altro! ;-)). Le foto al 99% sono di Ale, mentre i testi sono molto influenzati da me (come potrebbe essere altrimenti?).
Il fatto che poi io non riesca a immaginare la mia vita senza google è un'altra complicatissima storia!

Alessio: i post li scriviamo sempre insieme... ognuno con un ruolo: a volte uno ha l'idea, l’altro l'italiano per scriverla e viceversa... Da qualche mese non abbiamo più la TV per cui la rete (oltre alla radio) è la nostra principale finestra sul mondo! Una finestra che possiamo scegliamo dove aprire... anche se il sole sorge a est, possiamo decidere di aprirla a nord, perché lì la rugiada sulle foglie dura più a lungo.
Di solito i post nascono da riflessioni private sulla nostra vita o da eventi che ci hanno stimolato.

MIGLIORARE IL MONDO. Cambiare strada...naturalmente è il modo migliore per cambiare anche il mondo ?

Alessio: "lasciare il mondo un po’ migliore di come lo abbiamo trovato” è un motto della tradizione scout, e che abbiamo fatto nostro da sempre.

Marta: non so se è il modo migliore in assoluto, ma questa strada porta sicuramente a qualcosa di buono, anche se non è dato di sapere quanto sarà lunga!

Come vivete il rapporto con la cronaca e le notizie ?

Alessio: Malissimo. Ultimamente non riesco a sentire radiogiornali o notizie di cronaca/politica... faccio fatica a credere alla bassezza di alcune persone e di alcuni atteggiamenti. Sempre di più noto il secondo fine nelle notizie, e la mancanza di oggettività.

Marta: è un rapporto abbastanza turbolento, mi piace essere informata su quello che succede, ma devo evitare di leggere/ascoltare un certo tipo di stampa per non rovinarmi l’umore. In Italia si ascoltano quasi esclusivamente opinioni sui fatti, e dei fatti viene fornita già una versione pronta. Generalmente leggo le agenzie (tipo Ansa) quando voglio informarmi e poi, solo dopo, vado a cercare i vari editoriali/opinioni.

Siete d'accordo con me quando dico che anche chi non è genitore ha una grossa responsabilità nei confronti dei bambini/ragazzi ?

Alessio: l'educazione dei ragazzi è prioritaria, sopratutto se si pensa che si fa educazione con il proprio modo di essere... altro che cattedre o palchi...

Marta: certo che sì. I bambini sono l’”investimento” più concreto che ci sia per il futuro, e, citando Lorenzo Jovanotti, sono convinta che “l’autista di scuolabus ha in mano la nazione”.
 
 
Immagino di non dover aggiungere altro se non di correre a leggere l'ultimo post del blog Naturalmente e sperare che per Marta e Alessio scrivere sul loro blog non diventi un obbligo!
 
Se invece volete leggere la mia intervista....Proprio oggi Palmy l'ha pubblicata sul suo Mens Sana....

9 commenti:

  1. "Abbiamo iniziato a stare davvero bene da quando usiamo il nostro tempo per fare cose che sentiamo “affini” alle nostre scelte, e che non richiedono nessun compromesso".

    Sono d'accordo, lo dicevo in un altro commento da altre parti del web, è segno di maturità essere capaaci di potare i rami secchi. Là nasceranno nuovi germogli...

    Alchemì metti un "post it" più in evidenza che annunci la tua intervista, suvvia non essere timida... qui è un po' in sordina ;-)

    RispondiElimina
  2. Certo se poi Marta imparasse anche a scrivere senza errori! ;-))
    Grazie Alchemilla per l'opportunità che ci hai dato, fa sempre bene confrontarsi...
    Ora vado a leggere la tua, anche se hai cercato di nasconderla! ;-)

    A presto
    Marta

    RispondiElimina
  3. Il blog di Marta e Alessio è particolare. Già la foto di apertura lo dimostra. Quando tutti, più o meno, cerchiamo foto accattivanti (io compresa) loro hanno scelto dei maialini nel loro fango... Teneri, rosei, naturali!!!
    I temi trattati sono interessanti e volti ad una nuova visione della vita! Scoprire questo blog è stata una fortuna ed una grande risorsa.
    Un bacio a Marta e uno ad Alessio. Grazie
    Francesca
    P.S. E grazie ad Alchemilla per averli intervistati!!!

    RispondiElimina
  4. Frequento da un po' di tempo il blog di Marta e Alessio: due persone davvero interessanti...Grazie per questa intervista che dà modo di conoscerli meglio.

    RispondiElimina
  5. E' molto bello questo confronto. Bella la tua idea delle interviste
    Giulia

    RispondiElimina
  6. E' bello scoprire qualcosa in più su di voi. E brava Alchemilla che sa porre domande interessanti e mai scontate!

    RispondiElimina
  7. Anch'io ho letto con piacere, grazie Alchemilla!

    RispondiElimina
  8. Ah! Non conoscevo il loro blog! Già dalla foto me lo sento affine ;) !
    Una visita si impone: grazie Milla, my guru strike again!
    DaniVS

    RispondiElimina

Iscriviti per ricevere la risposta.