lunedì 5 luglio 2010

Ma la soluzione c'è già?


E' proprio così difficile da trovare?

Nessuno può dire di curare il cancro al 100%. Nessuno può dire di avere risultati straordinari in ogni tipo di tumore e in ogni situazione.

Però ci sono persone che sostengono che il cancro abbia origine da traumi biologici, e dietro a questa "idea" ne sono seguite altre simili, oppure qualcuno ritiene che sia un fungo, altri che sia causato dai volgarmente detti vermi (parassitosi), per qualcuno è possibile curarlo con pozioni di erbe, per altri con particolari farmaci.

E quindi io mi chiedo: Se tutte queste persone sedessero ad un tavolo con il solo intento di trovare la soluzione e salvare vite umane, non potrebbero mettere in comune le loro scoperte e dirsi dove hanno avuto successo e quando hanno fallito, confrontarsi sui vari casi, scambiarsi consigli e sperimentare.

Non credete che da questo tavolo uscirebbe qualcosa di molto interessante?
Non credete che in mezzo a quel tavolo ci sia la soluzione?
Non pensate che sarebbe molto vicina se solo ci fosse la volontà di far accomodare qualche persona a questo tavolo?

Non pensate sia un errore che la medicina ufficiale consideri tutti gli "alternativi" dei ciarlatani e viceversa?

E perché qualcuno guarisce ed altri no ? Che differenze ci sono tra le guarigioni e le morti?
Non pensate che non sia solo sfortuna?

2 commenti:

  1. Credo che i ricercatori mettano già a confronto le loro ricerche, solo che non sono seduti allo stesso tavolo (e il che sarebbe meglio). Di decennio in decennio, le cure sembrano migliorare e quelle che prima erano sperimentali, adesso sono ben che collaudate ormai... è solo questione di tempo.

    RispondiElimina
  2. Credo che solo alcuni ricercatori abbiano il privilegio e il coraggio di mettere a confronto le loro ricerche...

    RispondiElimina

Iscriviti per ricevere la risposta.