domenica 16 gennaio 2011

03. La giusta partenza: come parlare e trasformare l'umore




PARLARE AL POSITIVO
La parte inconscia del nostro cervello non percepisce i NO, quel non che utilizziamo spesso.

Si rischia quindi che continuando a ripetere e a ripetersi "Non fare, non dire, non pensare..." la nostra mente inconscia registri invece "fai, dici, pensa" ottenendo quindi, a lungo andare, l'effetto contrario di quello desiderato con le nostre parole.

Ho parlato di don Miguel Ruiz che, con i suoi quattro accordi, ci aiuta a migliorare la nostra vita.

Un accordo molto importante, il primo infatti, è "Sii impeccabile con la parola".

Pulire il nostro modo di parlare da tutti i non, dall'esprimersi in  negativo e dal  rimprovero può essere un aiuto per agire meglio.

Parlando in positivo, agiremo in positivo.

Parlando al presente, agiremo nel presente.


I TRASFORMATORI D'UMORE
Per riuscire in questo viaggio impegnativo abbiamo bisogno di qualche buon alleato.

Tutti noi abbiamo qualcosa che ci "tira su di morale" senza dover ricorrere alla chimica (...).
Per me, per esempio, sono certe canzoni.
Mi capita spesso di dimenticarmi della musica. Invece mi accorgo che mi basta mettere uno dei miei cd preferiti, soprattutto quelli di quando ero ragazza, e subito mi torna la voglia di fare e il sorriso.
Ecco è questo l'effetto che devono avere i "trasformatori": devono essere un qualcosa che vi ricorda quando state bene, quanto siete felici e quante cose belle avete fatto, fate e farete nella vostra splendida vita.
Se avete bisogno di un po' di carica, attaccate subito il vostro trasformatore e avrete una corrente positiva garantita.


Questo è uno dei miei:






Un ultimo consiglio: Perché pesarsi, misurarsi, mortificarsi?

Il nostro obiettivo è stare bene, sentirci in forma, essere sereni, distaccarci dalla tirannia del cibo.
E' necessario sapere quanto pesiamo per accorgerci se stiamo raggiungendo questo obiettivo?
Abbiamo tanti messaggi che ci dicono che stiamo andando bene: sentire i pantaloni un po' più larghi, sentire il fiatone meno forte nel fare le scale, sentire lo stomaco più libero e leggero.

Ma soprattutto sentire la nostra nuova vitalità.

Ho deciso che eviterò di pesarmi e misurarmi per un po' di tempo.
Spesso mi è capitato di essermi pesata con la convinzione che avrei avuto una buona notizia e di essermi ritrovata invece delusa e corsa alla ricerca di qualcosa da mangiare che mi consolasse.
Bilancia da oggi, per me, vuol dire equilibrio.

12 commenti:

  1. Ecco, sei stata il mio trasformatore di umore :-)... Bellissime ispirazioni, ti seguo!!

    RispondiElimina
  2. Come facevo a non premiarti!?
    il mio sesto senso non fallisce mai...penso esattamente ciò che scrivi qui...nell'ultimo post ti scrissi che NON MI PESARò! non voglio essere schiava di un freddo giudizio ma piuttosto voglio essere io a giudicarmi! Non un oggetto! Esattamente devo perdere 8/10 kg [ma non me li sono imposti, ne ho parlato anche alla dottoressa generica]...però sai adesso penso a perderne 3...vorrei pesarmi solo qualche volta giusto per avere un orientamento, ma fondamentalmente voglio raggiungere il mio equilibrio, come scrivi tu.
    Dimagrire naturalmente senza pensare ossessivamente al cibo. Ma soprattutto mangiare quando ho veramente fame. Questa settimana sono riuscita a non mangiare in un momento di forte sconforto e nervosismo. Tempo fa [anni fa, ma anche fino a 9 mesi fa] sarei corsa a farmi un panino [con dentro di tutto], pochi giorni ha ho fatto dei respiri profondi e ho fatto degli esercizi per gli addominali e la fame era sparita! Se proprio non sparisce mangio frutta. Lo so che non ho fatto, per gli altri forse, nulla di speciale ma per me questo è UN GRANDE PASSO IN AVANTI.
    Da compiere sempre.
    Sto mangiando più sano e in modo consapevole. Devo lavorare sulla velocità...tendo a mangiare velocemente...ma ho imparato il "trucchetto" di contare le 20 masticazioni x passare al vboccone succesivo =)
    Buona domenica e grazie.

    RispondiElimina
  3. Bellissimi tutti questi post!
    Continuo a seguirti con molto interesse.

    RispondiElimina
  4. Miguel Ruiz? Non ne avevo mai sentito parlare...grazie cara Alchemilla! P.S.: concordo, ovviamente con tutto quanto tu scrivi in questo post ;-) Buona domenica

    RispondiElimina
  5. Miguel Ruiz? Non ne avevo mai sentito parlare...grazie cara Alchemilla! P.S.: concordo, ovviamente con tutto quanto tu scrivi in questo post ;-) Buona domenica

    RispondiElimina
  6. che stimoli positivi! ti seguirò con entusiasmo. grazie di condivdere tutto questo. quanta generosità!!! ma ogni volta mi stupisce.

    RispondiElimina
  7. Grazie delle vostre parole, mi incoraggiano ad andare avanti!

    @Ninfa sei un mito e vai tranquilla con così pochi chili da perdere per quest'estate sei in perfetta forma!

    RispondiElimina
  8. Grazie delle vostre parole, mi incoraggiano ad andare avanti!

    @Ninfa sei un mito e vai tranquilla con così pochi chili da perdere per quest'estate sei in perfetta forma!

    RispondiElimina
  9. Anche a me piacciono i tuoi post, e mi danno la grinta per dire che l'unione fa la forza.
    Mi sono permessa di citarti e linkarti nel mio post, mi auguro che questo 2011 sia l'anno dei cambiamenti in positivo.
    Buon anno, continuerò a seguirti sia come post che come filosofia.
    Buona giornata
    Ludo

    RispondiElimina
  10. Grazie Ludo, Centoundici mi ricorda Tiziano Ferro...
    Ho dato una sbirciata al tuo blog e ho visto che sei ben decisa. Ti aspetto qui.

    RispondiElimina
  11. Ti ho anticipata, Millina cara: non mi peso credo da maggio scorso, e mi rifiuto: perchè pesarsi? Tanto non ho testa/voglia/animo/motivazioni per affrontare una dieta.
    Ed hai ragione anche sulla musica: troppo spesso dimentico di metterla, diciamo pure sempre, ed invece fa tanto bene all'umore!
    Grazie, sei preziosa!

    RispondiElimina
  12. ciao!! questo post capita a fagiolo per molte di noi, dopo gli eccessi natalizi, con il colorito sbiancato dall'inverno e lo stress della ripresa di ritmi scolastici e lavorativi, questo è proprio un periodaccio.
    da un paio di giorni anch'io ho deciso di volermi + bene, taglio di capelli, decisione di controllare gli attacchi di fame, in fondo tutte sappiamo quali sono i cibi che fanno ingrassare, che di solito fanno anche male, e la ricca dieta MEDITERRANEA CI CONSENTE DI MANGIARE LEGGERI E CON GUSTO,
    mi piace molto la tua teoria e tra i consigli aggiungerei anche quello di valutare il gusto di un cibo e delle sue calorie;
    esempio: adesso mi mangio della patatine in busta,
    ma sono veramente buone? dopo mi sentirei soddisfatta? quanto fanno male? quante calorie?
    meglio cucinarmi qualcosa e domani concedermi una bella fetta di crostata di frutta fatta in casa per colazione!
    il mio antidepressivo è la creatività, e realizzare qualcosa con le mie manine mi rende più felice di qualunque snak industriale!
    neanche io mi sono pesata, ma mi sento già più leggera!
    anche un ritocco al look da una marcia in più, tra saldi e mercatini non c'è bisogno di grosse somme e misurando anche quello che di solito escludiamo a priori scopriremo che stiamo molto meglio con la gonna e un po' di tacco che non in tutona e giubbone!! baci e a presto rac

    RispondiElimina

Iscriviti per ricevere la risposta.