martedì 9 agosto 2011

UOMINI E TOPI - John Steinbeck (1937)

George e Lennie girano per i ranch del West Americano lavorando mensilmente per racimolare più soldi possibili per realizzare il loro sogno: un pezzo di terra da coltivare per trarre il necessario per vivere, per vivere in pace.
Lennie è un omone dalla forza sovrumana, che non riesce a controllare. E' un tipo buono, molto infantile e sicuramente ritardato.
George lo tiene con sé perché gli fa compagnia e perché gli vuole bene, gli è stato affidato dalla zia Clara, la zia di Lennie e lui vuole proteggerlo.
Purtroppo spesso George è dovuto scappare, rinunciando anche allo stipendio, per i guai che combina Lennie.
Lennie adora accarezzare tutto ciò che è morbido, come il pelo degli animali (i topi che poi muoiono perché li stringe troppo) o i tessuti come il velluto e non capisce perché le donne non vogliono che lui si metta ad accarezzare i loro vestiti...o i loro capelli...
Nel ranch dove è ambientata la storia conoscono persone particolari che fanno la loro vita ma la maggior parte spende poi tutti i soldi guadagnati nell'alcool e nelle "case".
Qui ci sono Slim, Crooks (l'uomo nero che vive isolato dai bianchi), Carlson, Candy (anziano e invalido che sogna di unirsi a George e Lennie nella realizzazione del loro sogno, è disposto a dare tutti i soldi risparmiati finora e possono farcela...) e poi Curley il figlio del padrone, arrogante e attaccabrighe che proverà la forza di Lennie che gli stritolerà la mano. E infine c'è la povera moglie di Carley, una donna sola e un po' spinta, che nel fare la gattina con Lennie pagherà il prezzo più caro, la sua vita.
George è costretto a prendere in mano la situazione, con grande sofferenza e senza che Lennie se ne accorga gli spara perché si rende conto che pur essendo un uomo buono è troppo pericoloso...

Titolo Originale: OF MICE AND MAN

Letto in 9 Agosto 2011

Nessun commento:

Posta un commento

Iscriviti per ricevere la risposta.