mercoledì 22 febbraio 2012

Mai dire mai

Il mio fidato cellulare,
che mi ha accompagnato
per cinque lunghi anni.
Sono sempre stata allergica ai cellulari, non sono mai stati una passione, sempre e solo un mezzo che, spesso, restava a casa quando uscivo oppure era in auto quando io ero a casa...
Non amo gli sms e per fare lunghe chiacchierate preferisco il telefono fisso. Inoltre mi innervosisco quando devo usare un telefono che non sia il mio perché i comandi sono tutti diversi, non trovo le funzioni e divento impaziente!
Quest'estate il mio fidato cellulare del 2006 ha deciso di terminare il suo dignitoso servizio e mi ha mandato nel panico. 
Mia figlia mi ha accompagnato nell'acquisto e mi ha proibito di acquistarne un altro identico o similare, mi ha convinto con il suo entusiasmo a comprarne uno touch, da soli cento euro, con il quale ho scoperto la possibilità di utilizzarlo anche per altre funzioni, come quella di navigare in internet ma mi sono continuamente chiesta come ci si possa rovinare gli occhi su uno strumento così piccolo e lento...
Ho iniziato a predicare che MAI e poi MAI mi sarei convertita alla nuova moda di fare tutto con il cellulare e soprattutto spendere tutti quei soldi per un telefono, che assurdità!
Il seme della modernità, però,  si era ormai impiantato dentro me, è cresciuto rigoglioso, ma silenzioso, fino al momento in cui mio marito mi ha chiesto di fare una lista di tutti i miei desideri come regalo di compleanno (nel mese di febbraio infatti compio 38 anni). 
Il nuovo cellulare,
resisterà  sei anni?
Io non sono "una donna senza desideri", la lista era lunga e si è insinuato anche lui,  mi sembrava comunque il regalo più inutile, quello che non avevo nemmeno il coraggio di chiedere e confidavo che mio marito non avrebbe mai speso quella cifra...Ma sono anche "nata con la camicia": mio marito e le mie figlie (gasate perché intenzionate a convincere il papà a scegliere quello dalla mia lista) sono andati ad informarsi e c'era un'offerta veramente interessante, uscita proprio quello stesso giorno, proprio su quel telefono...Qualcosa di imperdibile, a detta di mio marito.
E quindi è arrivato lui e io mi sono subito innamorata...Non mi riconoscete, vero? Quando mai in questo blog ho parlato di "cose"? 
Mai dire mai, siamo troppo fragili, influenzabili e...umani!
Adesso vi chiedo di aiutarmi a controllare la mia salute fisica e mentale perché non so quando riuscirò a staccarmi da quell'oggetto tentatore!


19 commenti:

  1. Ahahah... pensa che quando uso il mio cellulare(veeecchio, veeecchio) le mie figlie mi chiedono se non mi vergogno!
    Io aspetto che il vecchio, mi abbandoni di sua spontanea volontà ma comincio ad accarezzare l'idea che dopo la sua dipartita mi metterò al passo con i tempi!!!
    Concordo: mai dire mai!

    RispondiElimina
  2. sembra il mio cellulare: è uno strumento eccezionale, io lo uso per lavoro e non tornerei mai indietro, anche se è verissimo che non conosco e mai le conoscerò tutte le sue potenzialità! Ma non importa: persino il forno ha funzioni che per abitudine, pigrizia, ignoranza non utilizziamo appieno! Quindi , testa alta e sguardo fiero! Siamo DONNE MODERNE! ( mica scrivevano in un blog, le nostra nonne, no?) Siamo Donne che sanno adeguarsi ai tempi, restando romantiche e determinate come solo noi sappiamo essere, emozionandoci per il tramonto, per la canzone, per lo sformato ben riuscito fino alle lacrime!
    Orgogliose dei nostri figli e assolutamente rabbiose quando questi scivolano in qualche errore di percorso. SIAMO DONNE MODERNE!

    RispondiElimina
  3. Bello..io gli anni li farò ad aprile e sulla mia lista ci sono solo due cose:
    un paio di Ray-ban da sole a goccia o Lui, un Iphone...spero tanto di essere fortunata e di riceverne almeno uno fra i due...ti dirò!!!

    RispondiElimina
  4. Sì, mai dire mai... mi hanno costretto ad avere un cellulare "per via dei figli, se succede qualcosa..." ma io me lo dimentico sempre a casa. Ed è sempre spento. Però... mai dire mai!
    Buona giornata! (E buon compleanno!).

    RispondiElimina
  5. Mi sono imedesimata nel tuo racconto Alchemilla: anche io avevo un telefono medioevale che mi ha abbandonato nei mesi scorsi. Ma non ce l'ho fatta a passare alle tecnologie avanzate neanche stavolta. Mi sa che sono un caso disperato...

    RispondiElimina
  6. Sto meglio, dopo aver letto il tuo post, mi sento meglio!!!!!!
    Se una persona intelligente come te è caduta ai piedi di un telefono così, mi sento meglio. Perchè.....io ce l'ho e mi sento tanto una drogata!!!!! Hihihihihihihihihi
    Un abbraccio
    Ste

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dimenticavo......auguuuuuri!!!!!!!! Di buon compleanno.

      Elimina
  7. temo di dover dare ragione a ste...impossibile non cadere preda di questi fascinosi individui...io ne sono completamente invaghita:))
    quindi: buon divertimento... e buon compleanno!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. GRAZIE!!! Entrambi assicurati!
      Mia sorella e mia mamma sono sconvolte: non bastava il computer....
      Le mie figlie entusiaste e mio marito rassegnato!
      Se hai scoperto qualche funzione interessante fammelo sapere!!!

      Elimina
  8. ...ma per caso è un i phone? ...perché se lo è... molto presto ti dirò di andare a comprare una mia applicazione in venidita nello store! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non lo è. Ma aspetterò la tua App su Android!!!

      Elimina
  9. A me non stupisce, sai? Aver voglia di conoscere le innovazioni non significa essere chissà quale persona malevola o consumista nel senso più negativo del termine. Significa solo essere curiosi e aver voglia di sperimentare una realtà che, ormai, è parte della vita di tutti noi. Star al passo con i tempi, di questi tempi, è importante. E ti aiuterà anche con il blog!

    RispondiElimina
  10. Alchi, non ci crederai!!! Sabato, causa figlia in partenza per la Spagna e priva di un suo cell, avendolo guasto, mi sono decisa e sono andata a comprarne uno nuovo per me: il mio aveva taaaaanti anni, un ex cellulare aziendale di mio marito, passato a me al prezzo di 10 € quando a lui ne fu assegnato uno nuovo.
    Mi trovavo benissimo, perfettamente assolveva al suo dovere, ovvero fare e ricevere telefonate (brevi irrimandabili comunicazioni di servizio) e qualche sms. Insomma, anche io ho comprato uno di quei mostri, un ibrido metà touch e metà qwerty, uno schermo da televisione, più funzioni di un pc. Ad oggi a malapena riesco a rispondere alle telefonate. Attendo fiduciosa la bimba ed il suo gene tecnologico per spiegarmi qualcosina d'altro...
    Contunuano i ns parallelismi!
    Buonissimo compleanno,
    Dani

    RispondiElimina
  11. Eh, lo spirito e forte ma la carne è debole! ;-)
    Anche il mio vecchio cellulare monocolore ha ceduto ultimamente e al solito ne ho preso uno di seconda mano dal marito con il quale non mi trovo affatto bene (cellulare, non marito!). :-(
    Auguroni per il tuo compleanno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se mi dicevi marito non ci credevo!!!
      La mia carne è molto debole su questi argomenti tecnologici!!!
      Un saluto!!!

      Elimina
  12. Alchemilla... che delusione!!!!
    Ti sei fatta irretire dal "Dio consumismo"!!!
    Che ne sarà di noi adesso, se anche i migliori cedono?
    Dai... scherzo!!!!
    Anche io ho un telefono giurassico (altro che 2006... credo sia del 2003!!!). Praticamente fa solo telefonate e le riceve, più gli SMS (e te ne ho mandati anche un po', vero?).
    Adesso comincia ad andare in tilt ogni tanto. La batteria non tiene più, ogni tanto si spegne senza motivo, ecc... ecc...
    Pensavo anche io di prendermi un touch...
    Ma si dai... l'importante è essere bucolici dentro!!! E tenersi questo cellulare per i prossimi dieci anni (almeno finchè non ci abbandona per vetustà!!!).
    Un bacio
    Francesca

    RispondiElimina
  13. Cara Giannina come ti capisco. Anche io vorrei essere un po' meno dipendente ma, diciamocelo francamente, le funzioni che certi cell offrono sono utili e semplificano la vita. Come te ne accorgi non li lasci più. Però non siamo dipendenti...sono loro che sono troppo affascinanti!!!

    RispondiElimina
  14. Io però ti batto...il mio cellulare compirà a novembre 11 anni!!! E non ho intenzione di cambiarlo fino a che non smetterà di vivere!!! Quando lo tiro fuori dalla bosra sbarrano tutti gli occhi, un collezionista mi ha offerto 200 euro ma io non lo mollo e il sapere quanto faccia ridere agli altri è per me un orgoglio!!! A Natale la famiglia del cugino di mio marito mi ha regalato un I-Phone...di cioccolato però!!! Buon compleanno allora! Valentina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Undici anni??? Che resistenza! Io credo che se il mio non si fosse rotto non avrei nemmeno pensato di cambiarlo...invece mi ha fregato e buttato in questo mondo di dipendenti!!!
      Comunque io duecento euro li prenderei al volo!!!
      Il mio è un Samsung, bellissimo!

      Elimina

Iscriviti per ricevere la risposta.