lunedì 14 gennaio 2013

Avrei anch'io dei buoni intenti per il 2013



Volevo partecipare anch'io a rendere pubblici i miei "buoni propositi" per questo nuovo anno appena iniziato.
Non ci crede nessuno che li rispetterò ma, magari se li scrivo qui, qualcuno avrà la bontà di ricordarmeli ogni tanto! Dopo aver letto quelli di mia sorella e quelli di Zelda avrei voluto promettermi il mondo ma poi sono scesa con i piedi per terra. Infatti i miei desideri sono semplici semplici, almeno sulla carta.

Ho la fortuna di avere il tempo per fare quello che mi piace ma anche la fortuna che quello che mi piace (a parte i viaggi) è piuttosto economico, quindi perché sprecare il tempo davanti a questo dannato computer che mi ipnotizza? Perché farmi frenare dalla rabbia che spesso mi viene a trovare? Perché farmi stancare da un eccesso di cibo che mi sta distruggendo?
Fare quello che mi  piace, che mi dà soddisfazione, che mi fa stare bene. Semplice, davvero.

4 commenti:

  1. Giannina, ma mi hai letto nella mente? Questi sono i MIEI propositi. A quello che hai scritto sostituirei soltanto RABBIA con PIGRIZIA ed è la mia lavagna.
    Un bacio
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dai! In effetti la pigrizia è uno dei miei difetti peggiori...Anche tu?
      Però la rabbia fa più male, per questo ho inserito quella!

      Elimina
  2. Brava! Meglio pochi semplici propositi alla propria portata che puntare alto e poi sentirsi frustrati. Secondo me, + fotobrafie e + libri non hai problemi. Le camminate non so, ma te le consiglio caldamente.
    Quelle che vedo un po' più difficili sono quello sul cibo e sulla rabbia. Sbaglio?

    RispondiElimina

Iscriviti per ricevere la risposta.